Keystone (archivio)
REGNO UNITO
12.05.20 - 12:180
Aggiornamento : 13:44

Covid: la strage silenziosa degli anziani rallenta

Le stime dell'ufficio di statistica britannico registrano un calo dei casi

I morti nel Regno potrebbero essere più di 40mila

LONDRA - La strage silenziosa nelle case di riposo britanniche, colpite duramente dal coronavirus, fa segnare il primo calo dopo settimane da incubo. Lo certificano oggi le stime dell'Office for national statistics (Ons, l'ufficio di statistica nazionale) nel Regno Unito, aggiornate al primo maggio.

Nell'ultima settimana censita, il numero di casi registrati negli ospizi di Inghilterra e Galles è sceso a 2423, contro i circa 2800 della settimana precedente. In generale si calcola che fino al primo maggio almeno 8300 anziani siano morti in case di risposo e ricoveri extraospedalieri per cause o concause legate alla malattia Covid-19.

I dati settimanali dell'Ons indicano anche una riduzione della mortalità generale (meno di 18000), con 4000 decessi in meno rispetto alla settimana scorsa, che tuttavia restano 8000 in più rispetto alla media precedente alla pandemia.

La stima totale: oltre 40mila vittime - Sarebbero oltre 40mila i morti per coronavirus nel Regno Unito: in numeri assoluti, la nazione sarebbe seconda al mondo dietro ai soli Stati Uniti. Secondo l'Ons i decessi legati almeno come concausa alla malattia Covid-19 censiti in Inghilterra e Galles al 9 maggio sono saliti a 35'044 e quelli rilevati fino al 3 maggio in Scozia e Irlanda del Nord a 3300. Sommando queste cifre a quelle dei morti contati giorno per giorno fino al 10 dal ministero della sanità, rileva l'agenzia Pa, si arriva oltre 40'000.

Il governo britannico di Boris Johnson e i suoi consiglieri medico-scientifici hanno peraltro più volte insistito nelle ultime settimane sulla dubbia attendibilità attuale di un paragone fra i dati ufficiali o le stime del Regno e quelli di altri Paesi. I dati dell'Ons, si nota a Londra, sono in particolare molto più ampi di quelli diffusi da altri: comprendendo tutti i decessi, anche probabili, legati alla Covid-19 e raccolti negli ospedali, in qualunque altro ricovero, in case private e ovunque. Cosa che altri governi non fanno, o includono solo parzialmente, nei loro aggiornamenti.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora
Nata da un embrione congelato... 28 anni fa
Il record precedente, di 25 anni, era stato stabilito nel 2017. Dalla stessa coppia di genitori adottivi
Unione europea
1 ora
L'Ue? «Un matrimonio in crisi, serve un esame di coscienza»
A Mateusz Morawieczki non va giù lo sfogo dell'Unione contro Polonia e Ungheria
STATI UNITI
3 ore
«Restate a casa», disse il sindaco dalla sua vacanza in Messico
Bufera sul sindaco di Austin, in Texas, molto attivo nell'esortare al rispetto delle raccomandazioni.
MONDO
3 ore
È TikTok il social dell'anno
Tuttavia, negli Stati Uniti, lo scontro con la Cina sta ancora tenendo l'app musicale sulle spine
STATI UNITI
5 ore
È già iniziato il pressing della Cina sul team di Biden
Lo sostiene l'intelligence Usa che ha parlato di spionaggio e campagne d'influenza di Pechino negli States
ITALIA
7 ore
Natale blindato, Conte firma stasera
Le conferme: regioni "chiuse" dal 21 dicembre al 6 gennaio. Blindati il 25 e 26 dicembre e Capodanno
EUROPA
8 ore
I "rifiuti d'oro" del Covid
Una maxi-operazione dell'Europol su scala europea ha portato a oltre 100 arresti
EUROPA
17 ore
EasyJet: bagaglio a mano? Presto solo uno zainetto
Da febbraio si potrà portare in cabina solo una piccola borsa da tenere sotto il sedile
BIELORUSSIA / LITUANIA
17 ore
«Quella centrale nucleare non rispetta gli standard internazionali»
La Lituania è preoccupata della gestione bielorussia della nuova centrale nucleare di Astravyets
MONDO
18 ore
L'Onu rimuove la cannabis dalla lista dei narcotici più pericolosi
Nella stessa tabella figuravano anche eroina e cocaina
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile