keystone-sda.ch
COREA DEL SUD
03.05.20 - 10:110

Kim riappare e le Coree si sparano, ma pare sia un errore

Lo scambio di colpi è avvenuto al confine fra i due paesi proprio questa mattina

Ancora speculazioni sulla salute del dittatore: «No, non è stato operato»

SEUL - Scambio multiplo di colpi d'arma da fuoco tra le due Coree: i militari del Nord hanno sparato più proiettili verso una postazione di guardia del Sud lungo la linea demilitarizzata (Dmz) che separa i due Paesi, ricevendo dopo come avvertimento un'analoga di risposta.

È quanto ha riferito il Comando di stato maggiore congiunto di Seul, secondo cui l'incidente è avvenuto intorno alle 7:41 locali (le 00:41 in Svizzera) al confine centrale della città di Cheorwon.

Dopo l'incidente, i militari di Seul e di Pyongyang hanno «preso iniziative attraverso le linee di comunicazione intercoreane» per ricostruire e motivare l'accaduto, che però pare non sia stato intenzionale.

L'episodio è accaduto all'indomani della riapparizione del leader nordcoreano Kim Jong-un sui media ufficiali del Nord dopo un'assenza di tre settimane, che ha dato origine alle voci più variegate sulla sua salute, inclusa quella della morte.

Kim, in particolare, è stato impegnato il primo maggio a dare istruzioni sul campo e a partecipare al taglio del nastro rosso inaugurale di una fabbrica di fertilizzanti fosfatici a Sunchon, città a circa 50 chilometri a nord di Pyongyang, finita dopo due anni di lavori.

Il dittatore, inoltre, sembra non sia stato sottoposto a intervento chirurgico: lo riferisce un funzionario della Presidenza sudcoreana in forma anonima alla Yonhap, sulle immagini diffuse ieri dalla Kctv, la tv statale della Corea del Nord, sulla partecipazione dopo tre settimane di assenza del supremo leader all'inaugurazione di una fabbrica di fertilizzanti fosfatici a Sunchon.

«Ci sono alcuni media che hanno speculato sull'intervento di Kim, citando il cambio nella sua camminata», ha detto la fonte, notando che l'Ufficio presidenziale ritiene falsa tale lettura.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Stati Uniti
3 ore
Incriminati i genitori del killer di Oxford
La scuola li aveva convocati per esprimere alcune preoccupazioni. Ma hanno ignorato la situazione e sono scomparsi
Italia
14 ore
Si spengono i riflettori sul piccolo Eitan. Dopo 84 giorni è tornato a casa
La famiglia: «Ora ha bisogno di serenità e tranquillità per affrontare un percorso di recupero delicato»
Regno Unito
16 ore
Avevano torturato un bimbo fino alla morte, condannati
Arthur Labinjo-Hughes aveva solo sei anni. Il padre con la fidanzata gli hanno fatto subire «crudeli abusi»
GERMANIA
18 ore
Il picco delle terapie intensive è previsto per Natale
«Non si può perdere tempo, non bisogna perdere neppure un giorno» secondo il presidente del Robert Koch Institut
SUDAFRICA
21 ore
La quarta ondata si muove più velocemente delle precedenti
L'incidenza dei ricoveri dei bambini sotto i cinque anni di età è inferiore solamente a quella degli over 60
STATI UNITI
23 ore
Nove colpi di pistola ad un disabile, licenziato un agente di polizia
Il 61enne in sedia a rotelle brandiva un coltello, e si stava recando in un centro commerciale
Francia
1 gior
Si candida come presidente: YouTube lo oscura e i media lo denunciano
Il saggista di estrema destra ha violato i diritti di autore e d'immagine. In totale potrebbe dover pagare 400'000 euro
MONDO
1 gior
«Omicron aveva già fatto il giro del mondo»
La virologa dell'università di Berna Hodcroft: «Le restrizioni servono solo a prendere tempo»
SVIZZERA / MONDO
1 gior
Quegli svizzeri con le piantagioni "problematiche"
Public Eye denuncia la situazione gestita dagli uffici di Ginevra e Zugo, e punta il dito contro la politica svizzera.
STATI UNITI
1 gior
Jack Dorsey, tutti i volti del più atipico dei miliardari hi-tech
Un po' donnaiolo, un po' santone il co-fondatore di Twitter ha confermato il suo addio all'azienda. Vi raccontiamo chi è
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile