keystone-sda.ch (Mourad Balti Touati)
ITALIA
29.04.20 - 09:080

Il coronavirus circolava a Milano già il 26 gennaio

Lo afferma la task-force sanitaria della Regione Lombardia che sostiene che in quella data almeno 160 erano già malati

MILANO - Il Covid-19 circolava a Milano già il 26 gennaio, quasi un mese prima della scoperta del Paziente 1 a Codogno (Lodi), il 21 febbraio.

Secondo il Corriere della Sera il 26 gennaio almeno 160 persone avevano già contratto il virus tra Milano e provincia (su circa 1'200 in tutta la Lombardia).

È un'analisi della task-force sanitaria della Regione Lombardia che dà conto di quello che il quotidiano definisce "mese oscuro": quello in cui la catena di contagio s'era già innescata e in cui all'inizio i suoi sintomi vennero scambiati per la coda dell'influenza e la malattia si diffondeva senza essere intercettata.

Secondo Il Corriere, che riporta anche i grafici dell'analisi della task force della Regione Lombardia, è «altamente probabile» che già in quel momento, (26 gennaio ndr.) una sorta di "Giorno 0", solo a Milano ci fossero già i primi 46 casi di Covid-19 (su 543 in tutta la Lombardia).

L'analisi è contenuta in un grafico che analizza la «distribuzione della curva di inizio dei sintomi per i casi positivi». I tamponi per la ricerca del coronavirus iniziano a registrare casi «positivi» dal 21 febbraio, quando in Italia si realizza che l'epidemia è arrivata. Se si guarda dunque al progressivo aumento dei contagiati, la curva comincia a salire appunto dal 21 febbraio e s'impenna fino ai 74'348 infettati in Lombardia al 28 aprile.

Mano a mano che i pazienti "positivi" sono stati scoperti e certificati con i tamponi, è stato chiesto loro quando avessero avuto primi sintomi e il fatto che i tecnici della Regione Lombardia collochino proprio in quel singolo giorno l'inizio dei sintomi per un numero di pazienti molto alto rispetto alle tre settimane successive è probabilmente frutto di un "arrotondamento".

«Per tutti i pazienti certificati Covid-positivi a fine febbraio e che, nella loro memoria, collocavano l'inizio dei sintomi molto indietro nel tempo, sarebbe stata identificata quella data come termine massimo oltre il quale non era possibile retrocedere i primi sintomi», conclude il quotidiano.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
1 ora
Green Pass per i lavoratori, via libera all'unanimità
La misura entrerà in vigore a partire dal 15 ottobre
ITALIA
3 ore
Berlusconi respinge la visita psichiatrica: «Lesiva della mia onorabilità»
Il leader di Forza Italia respinge la richiesta dei giudici milanesi: «Si proceda in mia assenza»
AFGHANISTAN
7 ore
La fuga di Ghani? Ha rovinato l'accordo con i talebani
Lo sostiene il rappresentante speciale Usa Zalmay Khalilzad
FOTO
Francia
8 ore
Personale sanitario: sospesi in 3'000 perché senza vaccino
L'entrata in vigore della misura ha generato diverse manifestazioni anti-pass. Decine le richieste di dimissioni
Francia
11 ore
Temporali nel sud, nove morti
Nonostante le condizioni meteorologiche avverse, in molti avevano comunque deciso di andare al mare
MALI / FRANCIA
12 ore
È stato neutralizzato il capo jihadista Al-Sahrawi
Al-Sahrawi era a capo dello Stato islamico del Gran Sahara, sulla sua testa c'era una taglia da 5 milioni
VATICANO
13 ore
Papa Francesco, i cardinali No Vax...e quello infetto
Bergoglio ha dichiarato che si tratta di una minoranza e che «bisogna aiutarli», poiché «hanno paura»
STATI UNITI
14 ore
Assume un killer per farsi uccidere, ma sopravvive
Un legale della Carolina del Sud voleva che il figlio incassasse l'assicurazione sulla vita da 10 milioni
STATI UNITI
1 gior
Bambini affetti da Covid-19, è boom a settembre
Rari i ricoveri, ma gli esperti mettono in guardia: «Bisogna studiare le conseguenze a lungo termine»
ITALIA/SVIZZERA
1 gior
L'accoltellatore di Rimini «a carico» della Svizzera?
Il governo italiano chiede a Berna di accogliere il somalo che ha aggredito quattro donne e un bambino, sabato sera
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile