keystone-sda.ch / STF (John Minchillo)
Gli Usa hanno ritirato l'offerta di mascherine e materiale fatta agli alleati Nato.
STATI UNITI
05.04.20 - 16:130
Aggiornamento : 18:09

Usa in piena emergenza: «La situazione non è sotto controllo»

Ritirate le offerte di aiuti di mascherine e forniture avanzate negli scorsi giorni agli alleati Nato

WASHINGTON - Record di morti negli Stati Uniti a causa del coronavirus: sono oltre 2500 in sole 48 ore. Le vittime ora, secondo i dati elaborati dalla John Hopkins University, sono 8503. I casi accertati di persone positive ammontano a 312'249, quasi il triplo di Italia e Spagna e il quadruplo della Cina.

«Ci aspetta la settimana più dura e più triste, sarà un 'Pearl Harbor moment' o come l'11 settembre»: lo ha detto il capo del servizio sanitario pubblico degli Stati Uniti Jerome Adams, ribadendo le parole del presidente Donald Trump che ha ammesso come ci saranno «molti morti nelle prossime settimane», parlando di una «situazione incredibile e mai vista finora».

La situazione non è sotto controllo - Gli Stati Uniti in questo momento hanno difficoltà a tenere sotto controllo la diffusione del contagio da Covid-19: lo ha detto il massimo esperto di virologia in America, Anthony Fauci. «Dire che abbiamo la situazione sotto controllo - ha ammesso in un'intervista alla Cbs - sarebbe una falsa dichiarazione. Stiamo lottando per tenerla sotto controllo». Fauci ha confermato che la prossima settimana vedrà un'escalation dei casi negli Usa, anche se - ha aggiunto - dopo la curva «dovrebbe cominciare ad appiattirsi».

Leggera frenata a New York - I casi di coronavirus nello stato di New York salgono a oltre 122mila, mentre il bilancio delle vittime è di 4159 morti, quasi la metà dei decessi registrati su scala nazionale. Lo ha reso toto il governatore Andrew Cuomo che ha comunque sottolineato come per la prima volta ci sia una leggera frenata nel numero delle vittime, che nell'ultimo giorno sono state 594 contro le oltre 600 dei giorni precedenti.

Niente aiuti - Anche in ragione di una tale emergenza sanitaria, e viste le carenze interne di mascherine e forniture sanitarie, Washington ha ritirato la disponibilità offerta in precedenza agli alleati Nato.

Gli aerei per il trasporto di aiuti vengono assegnati in base alle ore di volo messe a disposizione dalla stessa Alleanza, così come era stato fatto nei giorni scorsi con gli aiuti turchi arrivati a Roma. Dopo aver ceduto parte delle proprie ore di volo all'Italia per consentire di ricevere maggiore sostegno all'inizio della crisi - si apprende da fonti diplomatiche alla Nato - pian piano gli Stati Uniti stanno requisendo tutto per carenza interna di materiale. E una delle prime requisizioni sarebbe appunto avvenuta ieri, quando l'Italia contava di poter ricevere mascherine e aiuti sanitari per poi essere informata che gli Usa avevano requisito il volo, inizialmente destinato a Roma.

Critiche agli Stati Uniti nell'ambito delle forniture sanitarie erano state rivolta ieri dalla Germania, secondo quanto ha riferito la Bbc. In particolare le autorità del governo locale di Berlino hanno accusato Washington di aver 'deviato' il percorso di 200 mila mascherine, prodotte in Usa ma dirette in Germania, e di averle di fatto confiscate e requisite per sé. Le mascherine sarebbero state confiscate a Bangkok: erano state ordinate dalla polizia locale ma non sono mai arrivate a destinazione. Secondo Andreas Geisel, ministro dell'Interno nel governo berlinese, le mascherine sono state reindirizzate verso gli Usa con «un atto di pirateria moderna».

Dei giorni scorsi invece la polemica sulle mascherine soffiate alla Francia: la denuncia in quel caso fu di Valérie Pécresse, presidente della regione dell'Ile-de-France, la regione di Parigi più colpita dai casi di coronavirus. Secondo l'ex ministra di Nicolas Sarkozy, gli americani sarebbero riusciti, facendo una migliore offerta, ad acquistare un lotto che sarebbe dovuto andare alla zona da lei amministrata. «Ci siamo fatti prendere un carico dagli americani che hanno rilanciato l'offerta su un lotto che avevamo identificato noi». Unica consolazione, l'assenza di perdite finanziarie. L'Ile-de-France, ha dichiarato la presidente di regione a LCI, paga «alla consegna perché vogliamo vedere le mascherine, mentre gli americani pagano cash e senza vederle. Ovviamente può essere interessante per chi tenta di fare business sui guai del mondo».

Mascherine obbligatorie al Pentagono - I dipendenti del Pentagono d'ora in avanti dovranno presentarsi al lavoro indossando le mascherine anticontagio: è quanto ha stabilito il Dipartimento della Difesa accogliendo le raccomandazioni rivolte a tutti gli americani dalle autorità sanitarie federali.

I dati della pandemia nel mondo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ARABIA SAUDIT
14 min
Negli Stati Uniti via libera al vaccino Johnson&Johnson
Lo ha dato la commissione della FDA. Per oggi è attesa l'approvazione da parte dei vertici
GIAPPONE
44 min
Niente cognome da nubile una volta sposate, lo dice la ministra delle pari opportunità
La giapponese Tamayo Marukawa è tra i firmatari di una lettera che osteggia la proposta di riforma.
STATI UNITI
13 ore
Bin Salman autorizzò il blitz per uccidere Khashoggi
È questo in sostanza il contenuto del rapporto dell'intelligence Usa diffuso questa sera
ITALIA
13 ore
La Lombardia da lunedì si tinge d'arancione
Aumenta il tasso di positività. Le province più colpite sono quelle di Milano, Brescia e Monza e Brianza
REGNO UNITO
14 ore
A 15 anni fuggì in Sira per unirsi allo Stato Islamico, ora non può più tornare a casa
La decisione della Corte Suprema britannica condanna una giovane sposa dell'Isis a un destino da apolide
GERMANIA
15 ore
Le famose calzature Birkenstock sono state rilevate da LVMH
L'affare si aggira attorno ai 4 miliardi di euro. L'intenzione è quella di espandersi anche in Asia
ITALIA
17 ore
Monitoraggio: Lombardia e altre quattro regioni ad «alto rischio»
Regioni italiane confinanti con il Ticino verso l'arancione, confermano i dati. Livello di rischio in peggioramento.
ITALIA
20 ore
«La terza ondata ha inizio»: l'Italia si tinge di rosso e arancione
Due regioni si apprestano a entrare in massima allerta. Sei potrebbero diventare arancioni. Una, la Sardegna, bianca.
STATI UNITI
23 ore
Attacchi in Siria: quando Biden e la sua portavoce criticavano Trump
Dopo il raid nella notte, emergono tweet che fanno indignare anche i sostenitori del neopresidente.
SIRIA
1 gior
Il primo attacco missilistico dell'era Biden, è in Siria e ha causato almeno 17 morti
Si tratta di una rappresaglia e ha colpito una base di miliziani sostenuti dall'Iran
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile