Keystone
CINA
10.03.20 - 08:170

Xi Jinping a Wuhan per la prima volta dallo scoppio dell'epidemia

Il presidente cinese si è recato nel focolaio del coronavirus.

Nel frattempo però il bilancio dei morti nel mondo ha superato quota 4'000. I casi d'infezione sono oltre 110mila, in 100 Paesi

PECHINO - Il presidente cinese Xi Jinping è - per la prima volta dallo scoppio dell'epidemia - in visita a Wuhan, focolaio del coronavirus e capoluogo della provincia dell'Hubei, nell'ambito di «una ispezione di prevenzione e controllo». Lo riferisce il network statale Cctv.

Visita a sorpresa - Nel giorno in cui è attesa la chiusura degli ultimi due dei 16 ospedali d'urgenza nel mezzo della crisi, Xi «visiterà e darà il suo saluto ai lavoratori del settore sanitario, ai funzionari militari e ai soldati, ai lavoratori della comunità, agli ufficiali di polizia, ai funzionari e ai volontari che hanno combattuto l'epidemia in prima linea, così come ai pazienti e ai residenti durante la sua ispezione», ha riportato l'agenzia ufficiale Xinhua.

La visita fatta oggi a sorpresa da Xi evidenzia la ripresa del controllo di Wuhan, mandando un segnale rassicurante sia sul fronte interno sia al mondo intero.

Nuovo bilancio - La provincia dell'Hubei ha riportato ieri 17 nuovi decessi, tutti nel capoluogo Wuhan, dove sono ancora ricoverate 14'957 persone, a fronte di 47'585 guariti. Xi, nelle scorse settimane, aveva inviato a Wuhan il premier Li Leqiang a verificare le operazioni sul campo designandolo a capo di una task force contro l'epidemia. Poi le missioni nella città erano state fatte con frequenza dalla vicepremier Sun Chunlan.

I 17 nuovi decessi collegati al coronavirus hanno portato il conto dei morti nel mondo oltre quota 4000, a 4012, secondo il conteggio della Johns Hopkins University. Il contagio, partito proprio dalla Cina, ha ormai toccato oltre 100 Paesi, causando più di 110 mila casi di infezione.

Intanto, nella vicina Corea del Sud la diffusione del coronavirus frena ancora: i nuovi casi registrati ieri sono stati 131, al passo più lento delle ultime due settimane, dopo i 248 di domenica, i 367 di sabato, i 438 di venerdì e i 518 di giovedì.

Il totale delle infezioni, ha riferito il Korea Centers for Disease Control and Prevention, è salito a 7513. I decessi sono aumentati di 3 unità, a 54. Mentre i nuovi guariti sono 81 per totali 247. Il 63% dei contagi accertati fa capo agli adepti della Chiesa di Gesù Shincheonji che ha sede a Daegu.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
7 ore
«Il vaccino? Non è una passeggiata»
La testimonianza di un partecipante ai trial di Moderna: «Ho avuto sintomi. Ma lo rifarò»
FOTO
AUSTRIA
9 ore
Tutti in coda, al via i test a tappeto
In caso di tampone rapido positivo viene subito effettuato anche un test molecolare
ITALIA
11 ore
«La sanità italiana è arrivata piuttosto fragile all'appuntamento con la pandemia»
A sostenerlo è l'istituto di ricerca Censis. Sulle restrizioni per Natale: «Quasi l'80% degli italiani è favorevole».
STATI UNITI
11 ore
Tutti i film di Warner Bros. nel 2021 andranno anche direttamente in streaming
Titoli come “Matrix 4”, “Dune” e “The Suicide Squad” non usciranno solo in sala. Una mossa senza precedenti
STATI UNITI
12 ore
Biden chiederà agli americani di portare la mascherina per 100 giorni
«Credo vedremo una riduzione significativa dei casi», ha promesso. La sua autorità, però, sarà limitata.
REGNO UNITO
14 ore
Vaccino anti Covid: primo carico arrivato nel Regno Unito
È stato depositato in un magazzino segreto. La distribuzione scatterà dal fine settimana.
ITALIA
15 ore
Obbligo di quarantena per chi rientra in Italia
Esentati coloro che viaggiano per motivi di lavoro o di studio
FOCUS
16 ore
Ammalarsi d'amore, sesso e Covid
Il virus ha sconvolto anche le modalità affettive e sociali d'interazione tra gli umani
MONDO
16 ore
Le motivazioni di chi fa circolare bufale e teorie del complotto
Ci sono quattro categorie di propagatori, secondo la classificazione di un saggio del 2009 di Cass Sunstein.
ITALIA
1 gior
Domani scatta il nuovo Dpcm, ecco le regole per le feste
Le ultime modifiche riguardano la scuola. Vietati gli spostamenti tra regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile