Immobili
Veicoli
KEYSTONE
I richiedenti l'asilo che vengono rimandati in Messico sono vittime di violenze sistematiche, denuncia Medici senza frontiere.
MESSICO
30.01.20 - 12:020

Violenze sistematiche contro i migranti rimandati indietro dagli Usa

Molti vengono rapiti a scopo di estorsione, denuncia Medici senza frontiere

CITTÀ DEL MESSICO - L'80% dei richiedenti l'asilo rimandati in Messico in attesa del pronunciamento delle corti statunitensi è stata vittima di violenze. Lo riferisce un sondaggio di Medici senza frontiere.

Secondo i dati citati dal Guardian, nel solo mese di settembre tre quarti delle persone intervistate dall'èquipe dell'organizzazione nel centro di Nuevo Laredo hanno denunciato di essere state rapite a scopo di estorsione. I migranti vengono generalmente prelevati all'esterno degli uffici per la migrazione o alle stazioni dei bus e trattenuti dai malviventi finché i parenti in patria non pagano il riscatto. Che può arrivare a diverse migliaia di dollari.

Ieri è stato il primo anniversario del protocollo MMP, fortemente voluto dall'amministrazione Trump, che stabilisce che coloro che chiedono asilo negli Stati Uniti siano rimandati in Messico in attesa che delle corti Usa si pronuncino sui loro casi. In questo anno sono state più di 57mila le persone ricollocate nelle cittadine di frontiera, spesso alla mercé delle organizzazioni criminali messicane.

Il coordinatore generale per il Messico di Medici senza frontiere denuncia: «Il governo messicano non ha la capacità di fornire le condizioni minime di vita a migliaia di persone che sono rimandate nel suo territorio». Per dare un'idea della pericolosità di Nuevo Laredo: le autorità Usa hanno diramato un avviso di livello 4, che chiede ai propri cittadini di non recarsi in città. Il livello 4 è lo stesso in vigore per teatri di guerra come Siria e Afghanistan.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora
Il ritorno di Trump: «Riprendiamoci l'America»
Durante un comizio in Arizona ha rispolverato tutti i suoi argomenti da campagna elettorale
STATI UNITI
3 ore
Ostaggi salvi, morto il sequestratore
È finito l'incubo nella sinagoga di Colleyville in Texas. Le forze speciali sono entrate in azione
TONGA
14 ore
Eruzione sottomarina, onde alte più di un metro raggiungono il Giappone
Piccole inondazioni si sono verificate anche alle Hawaii, e le spiagge sono state chiuse
LIVE CORONAVIRUS
19 ore
«Bisogna concentrarsi sulla variante Delta, che determina casi più gravi»
«La variante Delta è ancora presente e se andassimo ad un livello di contagio più alto rappresenterebbe un problema»
TONGA
23 ore
Potente eruzione sottomarina, uno tsunami colpisce Tonga
Si segnalano già onde alte oltre un metro che s'infrangono sulle case della capitale, Nuku'alofa
AUSTRALIA
1 gior
Nole è di nuovo in detenzione
Lo fanno sapere i suoi avvocati. Oggi per Djokovic sarà il giorno della verità?
AUSTRALIA
1 gior
Nole espulso: «Maltrattato un intero Paese»
Il campione serbo ha un piede e mezzo fuori dal primo Slam stagionale dopo che l'Australia gli ha ancora tolto il visto.
STATI UNITI
1 gior
Netflix vuole colonizzare l'Asia
Il successo di Squid Game potrebbe fungere da cavallo di Troia: «L'obiettivo è arrivare a mezzo miliardo di utenti».
ITALIA / UNIONE EUROPEA
1 gior
La corsa di Omicron lanciata verso l'apice della curva
La variante ha fatto registrare oltre 3 milioni di casi globali sia ieri che mercoledì. Non era mai accaduto prima.
UCRAINA
1 gior
L'Ucraina vittima di un attacco informatico
I primi sospetti sono stati rivolti alla Russia. Nessuna fuga di dati personali sarebbe avvenuta
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile