Keystone, archivio
ITALIA
15.12.19 - 19:090
Aggiornamento : 21:39

Le valanghe fanno tre morti

Tre distinti incidenti hanno avuto esito letale sulle Alpi italiane: in Sudtirolo, Valle d'Aosta e Piemonte

di Redazione
ats ans

AOSTA / BOLZANO - Una guida turistica di 62 anni, una donna originaria di Brunico e residente a Bolzano, è morta dopo essere stata travolta da una valanga e precipitata in un crepaccio roccioso sull'Alpe di Siusi.

L'incidente è avvenuto verso le tredici, quando la donna stava effettuando un'escursione non impegnativa con le racchette da neve sopra gli impianti di risalita dell'Alpe di Siusi. Camminava assieme a un'amica che procedeva con gli sci e le pelli da foca. Quando stavano attraversando un canalone si è staccata la valanga che ha travolto l'escursionista, mentre la compagna di escursione è stata solo sfiorata.

È stata quest'ultima a lanciare l'allarme e iniziare a scavare nella neve con le mani nude in un punto dove sfiorava un bastoncino. Il soccorso alpino, giunto in elicottero, ha individuato e liberato la vittima dalla neve dopo nemmeno mezz'ora dalla caduta, ma ormai la donna non respirava più. L'amica ha subito un forte shock ed è stata accompagnata a valle dal soccorso Alpino.

Una seconda vittima - Una guida alpina valdostana di 49 anni è morta dopo essere stata travolta da una valanga nella Valtournenche, in Valle d'Aosta. L'incidente si è verificato nella zona di punta Fontana Fredda, a circa 2300 metri di quota, sopra la frazione Cheneil. La vittima, che stava facendo scialpinismo, faceva parte del Soccorso alpino della guardia di finanza di Cervinia.

Deceduto anche uno snowboarder - In Piemonte, dove il rischio valanghe era classificato tra il medio e il forte, uno snowboarder di 32 anni è stato travolto da una slavina nei pressi del passo della Civera, a 2800 metri sopra Alagna Valsesia (Vercelli). Faceva parte di un gruppo di quattro scialpinisti: due, coinvolti solo in parte, sono usciti da soli dalla neve, mentre un terzo è sceso a valle alla ricerca del segnale telefonico.

L'allarme è scattato poco prima delle 13; sul posto l'elicottero del 118, con un tecnico e l'unità cinofila del soccorso alpino. Lo snowboarder, di Pray in provincia di Biella, è stato trovato dopo una cinquantina di minuti, a sessanta centimetri di profondità. Trasportato all'ospedale di Borgosesia, è morto poco dopo per il grave stato di ipotermia.

 

 


 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
CINA
8 min
«Il misterioso coronavirus arriva da un serpente»
La tesi di un team di ricerca non fa l'unanimità nella comunità scientifica. Il picco dell'epidemia potrebbe arrivare a marzo
NUOVA ZELANDA
9 min
Confermata la morte dei due dispersi a White Island
Il bilancio delle vittime dell'esplosione del vulcano Whakaari sale così a 20
AUSTRALIA
2 ore
Precipita aereo antincendio, tre morti
Le vittime sono cittadini statunitensi impegnati nelle operazioni di spegnimento dei roghi nel Nuovo Galles del Sud
CANADA
2 ore
Multa di 196,5 milioni di dollari a Volkswagen
Un tribunale di Toronto si è espresso contro il colosso automobilistico tedesco sul caso Dieselgate
AUSTRALIA
4 ore
Australiani senza pace. Prima gli incendi, poi la pioggia, ora i ragni
La situazione meteo degli ultimi giorni ha creato le condizioni ideali per il proliferare dei ragni dei cunicoli, fra i più velenosi al mondo. Gli esperti invitano alla prudenza
CINA
12 ore
Da Wuhan non si parte più
Bloccati treni e aerei per contrastare la diffusione dell'epidemia di coronavirus
REGNO UNITO
13 ore
Brexit: sì finale del Parlamento all'accordo
È così stata aperta definitivamente la via all'uscita del paese dall'Unione europea
STATI UNITI
14 ore
Tesla supera Volkswagen: ora vale più di cento miliardi di dollari
La casa automobilistica di Elon Musk è seconda al mondo per valore, dopo Toyota
ITALIA
16 ore
Di Maio si dimette dalla guida dell'M5S: «Ho portato a termine il mio compito»
In un discorso a Roma, il capo politico del movimento ha confermato la sua scelta di fare un passo indietro
STATI UNITI
17 ore
In Florida le iguane cadono dagli alberi
Colpa del freddo: non è la prima volta e le autorità consigliano alla popolazione cosa fare
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile