Keystone
STATI UNITI
11.11.19 - 17:000

Fabbricare bambini 'su misura', gli esperti insorgono

Una start up statunitense ha iniziato ad offrire un test genetico per individuare l'embrione migliore

BOSTON - L'incubo di un mondo in cui si possano fabbricare bambini 'su misura' sembrerebbe avvicinarsi, dopo che una start up statunitense, la Genomic Prediction, ha iniziato ad offrire un test genetico che permette di selezionare fra diversi embrioni quello a minor rischio di alcune malattie, ma che dà anche indicazioni sull'intelligenza e l'altezza probabili.

Lo rivela la rivista del Mit, Technology Review, secondo cui l'analisi, che ha già suscitato critiche sia sul piano etico che scientifico, può essere fatta in 12 cliniche nel mondo, di cui sei in Usa.

Il test analizza il Dna dell'embrione confrontandolo con quello dei genitori per generare un 'punteggio' che indica la probabilità per 11 malattie, dal diabete ad alcuni tipi di tumore all'ipercolesterolemia. A questo aggiunge una misura dell'altezza e del quoziente intellettivo probabili, anche se viene segnalato alle famiglie solo se l'embrione risulta inferiore al secondo percentile, cioè è teoricamente così basso o poco intelligente da rientrare in una patologia.

Lo scenario ricorda quello evocato dal film Gattaca del 1997, in cui sulla base di un punteggio del genere le persone venivano destinate a diverse mansioni più o meno qualificanti. Oltre che comportare forti problemi etici, racconta la rivista, secondo molti esperti questo tipo di test non dà informazioni affidabili. «È irresponsabile suggerire che la scienza è arrivata al punto in cui può efficacemente predire quale embrione scegliere per minimizzare il rischio di malattie - afferma ad esempio Graham Coop, genetista dell'università della California -. La scienza semplicemente non ci è ancora arrivata».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
3 ore
L'altra faccia del Regno Unito, proteste contro Johnson
Diverse centinaia di persone hanno espresso il loro disappunto a Londra e a Glasgow. Tensioni anche con la Polizia
CINA / STATI UNITI
7 ore
L'accordo prevede una rimozione «graduale» dei dazi
La fase uno dell'accordo tra Cina e Stati Uniti ha congelato i dazi che avrebbero dovuto scattare il 15 dicembre. Trump: «Inizieremo immediatamente le trattative per la fase due»
STATI UNITI
8 ore
La Commissione della Camera dice sì all'Impeachment di Trump
Il presidente è ritenuto responsabile di abuso di potere e ostruzione al Congresso
STATI UNITI
9 ore
Apple punta sulle foto, compra Spectral Edge
L'azienda ha sviluppato una tecnologia di fotografia computazionale in grado di fondere i dati catturati da un normale obiettivo con quelli raccolti da un sensore a infrarossi
ITALIA
9 ore
Danni milionari alla Basilica di San Marco
L'acqua alta che ha colpito Venezia il mese scorso ha lasciato segni indelebili sullo storico monumento
RUSSIA
10 ore
Fermati cinque terroristi dell'Isis: pianificavano attentati
Le forze dell'ordine hanno arrestato due cittadini russi e tre persone originarie dei Paesi dell'Asia centrale
FRANCIA
12 ore
Minaccia gli agenti con il coltello: neutralizzato
L'uomo, che ha colpito nel quartiere della Défense, è deceduto sotto i colpi dei poliziotti
RUSSIA
14 ore
Aggredite perché si tenevano per mano
Quattro ragazze sono state assalite nel centro di San Pietroburgo da un gruppo di giovani nazionalisti. L'attacco ha una chiara matrice omofoba
ITALIA
17 ore
'Ndrangheta: decapitati i vertici delle cosche di Cosenza
Lunghissima la lista dei reati di cui sono accusati i 18 soggetti arrestati
GERMANIA
18 ore
Zalando & co.: proposta una tassa sui resi gratuiti
Oggi i clienti ordinano, provano a casa e rispediscono quello che non va. Un problema, anche per l'ambiente. Un'équipe di ricercatori tedeschi suggerisce delle contromisure
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile