Le studentesse erano impegnate a costruire una strada in un paesino sperduto della provincia di Taroudant.
MAROCCO
07.08.19 - 21:020

Giovani volontarie belghe nel mirino degli islamisti: «Decapitatele»

Le ragazze sono state attaccate perché lavoravano in calzoncini. Un senatore: «Quando mai in Europa si lavora in costume da bagno?». Un maestro, poi arrestato: «Le loro teste andrebbero tagliate»

RABAT - Un gruppo di giovani volontarie belghe è finito nel mirino degli islamisti del Marocco perché «lavorano in calzoncini corti». Un maestro di scuola elementare ha invitato, dai social, a «decapitare le ragazze» e un senatore del Pjd - il Partito della Giustizia e dello sviluppo, il più conservatore e filoislamista - ha sollevato il caso in parlamento: «Quando mai in Europa si fanno lavori in costume da bagno?», si è chiesto.

Il maestro è stato arrestato, mentre il parlamentare ha presentato un'interrogazione al Ministro degli Interni, affinché esamini la documentazione e accerti la vera natura dell'iniziativa.

I fatti sono accaduti in un paesino sperduto della provincia di Taroudant, nel sud-est del Marocco, ma il caso è scoppiato sui social. Le ragazze, impegnate a costruire una strada, fanno parte di una associazione belga che si chiama Board e che da oltre 14 anni promuove progetti umanitari nel Paese nordafricano. Sono tutte studentesse, che hanno deciso di passare l'estate a fare volontariato.

Sotto il sole di questi giorni lavorano in pantaloncini e maglietta, postando su Facebook foto e filmati. Quanto basta per sollevare critiche. Il senatore Ali El Asri ha pubblicato un commento al vetriolo: «Ma quando mai in Europa si fanno lavori di costruzione in costume da bagno?», ha scritto. Poi, ha insistito: «Tutti sanno come in Europa il tema della sicurezza sul lavoro sia importante: i turisti non si possono avvicinare ai cantieri senza indossare elmetti, vestiti adatti e guanti». Nel villaggio vicino a Taroudant, ha spiegato ancora il senatore, non esiste il cambio d'abiti per l'estate, perché «è una zona rurale e conservatrice».

Il maestro elementare ha quindi commentato il post: «Hai proprio ragione, le loro teste dovrebbero essere tagliate in modo che nessuno osi sfidare gli insegnamenti della nostra religione». L'insegnante è stato denunciato per istigazione al terrorismo e arrestato. Il post è poi sparito nel giro di 24 ore, ma resta l'interrogazione al ministro. Le ragazze, intanto, sono rientrate in Belgio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
14 min

Walmart ferma la vendita di sigarette elettroniche

La decisione arriva nel mezzo di quella che viene considerata una vera e propria emergenza negli Stati Uniti, dopo otto decessi per complicazioni polmonari legati all'uso della e-cig

FOTO
STATI UNITI
28 min

Almeno 4 morti nell'incidente di un bus turistico

Molti sarebbero i feriti in gravi condizioni

FRANCIA
4 ore

Shock in Francia, malati di Alzheimer usati come cavie

Sconcerto Oltralpe per la scoperta di sperimentazioni cliniche "selvagge" realizzate da medici privi di scrupoli in un'abbazia nei pressi di Poitiers

STATI UNITI
5 ore

Colt sospende la produzione di fucili AR-15 per i civili

Si concentrerà sull'adempimento solo dei contratti con l'esercito e le forze dell'ordine

STATI UNITI
8 ore

Area 51, è il giorno dell'invasione

L'evento-scherzo è stato annullato, ma qualcuno ci andrà. Su Facebook Matty Roberts aveva scritto: «Se corriamo come Naruto possiamo muoverci più velocemente delle loro pallottole»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile