keystone-sda.ch/STF (Kin Cheung)
CINA
09.07.19 - 08:430
Aggiornamento : 09:18

Hong Kong, i manifestanti: «Continueremo a protestare»

Le proteste continueranno fino al ritiro formale della legge sulle estradizioni verso la Cina

HONG KONG - Nonostante l'assicurazione che la legge sulle estradizioni verso la Cina "è morta", data dalla governatrice di Hong Kong Carrie Lam, le proteste di piazza continueranno fino al ritiro formale della legge.

Lo ha reso noto un importante gruppo dei manifestanti, il Civil Human Rights Forum. Lo riportano media internazionali. Uno dei principali attivisti, Joshua Wong, ha definito su Twitter «un'altra ridicola bugia» le parole di Lam.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FRANCIA
11 min

Shock in Francia, malati di Alzheimer usati come cavie

Sconcerto Oltralpe per la scoperta di sperimentazioni cliniche "selvagge" realizzate da medici privi di scrupoli in un'abbazia nei pressi di Poitiers

STATI UNITI
59 min

Colt sospende la produzione di fucili AR-15 per i civili

Si concentrerà sull'adempimento solo dei contratti con l'esercito e le forze dell'ordine

STATI UNITI
4 ore

Area 51, è il giorno dell'invasione

L'evento-scherzo è stato annullato, ma qualcuno ci andrà. Su Facebook Matty Roberts aveva scritto: «Se corriamo come Naruto possiamo muoverci più velocemente delle loro pallottole»

AUSTRALIA
6 ore

È Muhannad Al Nadaf il primo ad aggiudicarsi l'iPhone 11 Pro Max

Il 21enne si è messo in coda alla 3 del mattino davanti all'Apple Store di Sydney. È il quinto anno che rincorre il traguardo

RUSSIA
6 ore

Ha la cover rosa, l'università gli monitora i social: «Sei gay»

L'ateneo statale di economia: «Controlliamo il carattere morale dei nostri studenti. Avere la ragazza non vuol dire non essere omosessuali»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile