Depositphotos (londondeposit)
C'è un problema con le foto delle patenti negli Usa.
STATI UNITI
08.07.19 - 16:340

I dati delle patenti usati per le ricerche sul riconoscimento facciale

Lo hanno fatto, senza il consenso degli interessati, L'Fbi e l'Immigration and Customs Enforcement

NEW YORK - L'Fbi e l'Immigration and Customs Enforcement (Ice) attingono ai database dei dipartimenti della motorizzazione statali per condurre ricerche sul riconoscimento facciale senza il consenso di milioni di americani le cui informazioni sono a rischio. Lo rivela il Washington Post, citando documenti resi noti di recente.

Gli agenti del Bureau hanno effettuato centinaia di migliaia di ricerche in vari database governativi dal 2011 - quindi a partire dalla presidenza di Barack Obama - trasformando il Department of Motor Vehicles in una struttura di sorveglianza senza precedenti.

La polizia ha da lungo tempo accesso a impronte digitali, Dna e altri dati biometrici di sospetti criminali, ma i registri della motorizzazione contengono le informazioni di tantissimi residenti su cui non pende alcuna accusa penale e che non hanno firmato la liberatoria per la condivisione delle informazioni.

L'accesso delle forze dell'ordine alle banche dati statali «è spesso fatto nell'ombra senza alcun consenso», ha spiegato al Wp il presidente del comitato di sorveglianza della Camera, Elijah Cummings (D-MD).

Inoltre in più di dieci stati Usa - tra cui New York e il District of Columbia, dove si trova la capitale Washington - gli immigrati privi di documenti possono ottenere la patente o un permesso di guida limitato, e gli agenti dell'Ice hanno confermato di aver già eseguito ricerche nei database della motorizzazione, rendendo così i clandestini vulnerabili a qualsiasi controllo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
COREA DEL SUD
56 min
Coronavirus: allarme in Corea del Sud
I contagi accertati sono a quota 104 e si registra il primo morto
STATI UNITI
1 ora
Sequestrato in dogana un barattolo contenente un cervello
Era stato spedito da Toronto, ed era destinato ad un indirizzo del Wisconsin
ITALIA
4 ore
Ecco perché Carola Rackete non andava arrestata
La Cassazione ha reso note le motivazioni con cui ha respinto il ricorso della Procura di Agrigento
STATI UNITI
4 ore
Un abbonamento per andare al cinema quanto vuoi
Lo propone la catena Usa Alamo Drafthouse e con un prezzo fisso si può andare in sala (più o meno) quante volte si vuole
GERMANIA
7 ore
«È triste vedere morte delle persone cui hai stretto la mano poco prima»
Regna lo shock tra gli abitanti di Hanau: «Conoscevamo tutti da anni». Tra le vittime ci sarebbe anche una donna incinta
STATI UNITI
7 ore
Chiusa in casa e forzata a guardare "Radici": «Se ti alzi ti ammazzo»
In manette un 52enne dell'Iowa. Voleva che la donna «comprendesse meglio il razzismo»
GERMANIA
8 ore
«I popoli che non si possono più espellere vanno annientati»
Ormai è appurato: il killer di Hanau ha agito spinto dalla xenofobia. La sua follia ha provocato la morte di 10 persone
CINA
9 ore
«Prepariamoci, il coronavirus potrebbe essere qui per restare»
Il numero di contagi per la prima volta è in calo. Ma il virus potrebbe diventare una “nuova influenza”
GERMANIA
10 ore
Il killer di Hanau potrebbe aver ucciso anche la madre
Il corpo della donna è stato trovato nel'appartamento dove la polizia ha rinvenuto il cadavere di Tobias R.
GIAPPONE
12 ore
Coronavirus: morti due passeggeri della Diamond Princess
Sono le prime vittime tra coloro che erano a bordo della nave
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile