keystone-sda.ch/STF (Vincent Yu)
Tre arresti dopo la carica della polizia.
+2
CINA
07.07.19 - 17:310
Aggiornamento : 19:41

Hong Kong, la polizia carica i manifestanti

Sono 300'000 le persone scese in piazza nel tentativo di infrangere il muro della censura cinese. Tre gli arresti

HONG KONG - Cariche della polizia e tre arresti alla fine della nuova giornata di proteste a Hong Kong con 230.000 persone in piazza nel tentativo di infrangere il muro della censura cinese che fa filtrare nel continente solo la verità di Pechino e bolla semplicemente come violenti sovversivi gli oppositori che chiedono garanzie democratiche per l'ex colonia britannica.

Gli agenti, in assetto anti-sommossa cercato di disperdere e attaccato con i manganelli un gruppo di giovani che ha cercato di proteggersi con gli ombrelli.

Oltre alla richiesta di ritiro della proposta di legge sull'estradizione in Cina, ora sospesa, e delle dimissioni della governatrice Carrie Lam, l'obiettivo dei manifestanti era quello di spiegare ai tanti turisti cinesi che visitano Hong Kong ragioni e obiettivi della protesta.

E così hanno marciato attraverso le strade di Tsim Sha Tsui, quartiere commerciale popolarissimo tra i turisti di Pechino, fino alla stazione dei treni West Kowloon, inaugurata in settembre per collegare Hong Kong alla rete dell'alta velocità della Cina continentale. Davanti all'ingresso principale della stazione un cordone di polizia e pesanti barriere hanno impedito ai manifestanti di avvicinarsi. Solo i passeggeri già in possesso di biglietto o di prenotazione potevano accedere ai binari.

Ma l'obiettivo era comunicare. E anche se a Hong Kong si parla cantonese, dai telefonini degli oppositori sono partiti via Bluetooth una raffica di messaggi in mandarino: un passaparola digitale per raccontare la loro verità sulle proteste che da un mese hanno messo in seria difficoltà la dirigenza filo Pechino dell'ex colonia.

In molti sventolavano la bandiera britannica, altri innalzavano cartelli scritti con i caratteri semplificati in uso in Cina, qualcuno si è messo a cantare l'inno nazionale cinese per attirare i turisti.

La manifestazione è stata la più imponente da quando, lunedì scorso, centinaia di migliaia di oppositori hanno sfilato per le vie del centro e hanno occupato il parlamento. Ma Carrie Lam non sembra voler mollare. E neppure il movimento, che vede allontanarsi le garanzie del modello "Un Paese, due sistemi", sottoscritto nel 1997 al momento della restituzione di Hong Kong alla Cina da parte della Gran Bretagna e valido, in teoria, fino al 2047.

keystone-sda.ch/STF (Andy Wong)
Guarda tutte le 6 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
1 ora
Gli ubriachi «non possono / non vogliono» mantenere le distanze sociali
Lo ha affermato il direttore della Federazione di polizia britannica dopo il primo weekend di riapertura dei pub
STATI UNITI
2 ore
Uber vuole comprarsi la piattaforma di food delivery Postmates
Con un affare da 2,65 miliardi di dollari, l'acquisizione potrebbe aiutare in un momento difficile per l'azienda
STATI UNITI
4 ore
«La mascherina serve anche rispettando le distanze»
Alcuni esperti hanno lanciato l'allarme all'OMS: «Il virus si trasmette per via aerea, la mascherina è necessaria»
NUOVA ZELANDA
6 ore
Fallito il lancio: persi razzo e satelliti
Dopo quattro minuti dal lancio è stata registrata un'anomalia
AUSTRALIA
12 ore
Il coronavirus continua a far paura in Australia, in isolamento nove palazzi popolari
Lo Stato di Victoria è la regione più colpita. Il premier spiega i possibili motivi
STATI UNITI
12 ore
Lo studio: più armi vendute durante la pandemia, più violenza commessa
Lo affermano i ricercatori dell'Università della California a Davis
ITALIA
14 ore
Umberto Bossi resta in ospedale
Lo afferma il bollettino medico dell'Ospedale di Circolo di Varese
FOTO
BOLIVIA
17 ore
Feretro di un morto per Covid-19 abbandonato in mezzo alla strada
Gesto di estrema protesta contro le condizioni che stanno diventando sempre più insostenibili a causa della pandemia
REGNO UNITO
18 ore
Svolta di Johnson sul 5G: pronto a bandire Huawei
La società ha accusato Londra di «farsi dettare le politiche dall'amministrazione del presidente Donald Trump»
STATI UNITI
19 ore
Nuovo record mondiale: 75 hot dog in 10 minuti
Joey Chestnut si è riconfermato il campione della folle gara di Coney Island
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile