Foto excellenceresorts.com
L'Excellence Resort di Punta Cana.
STATI UNITI
17.06.19 - 20:150

Morta un’altra turista statunitense nella Repubblica Dominicana

Otto turisti americani morti negli ultimi dodici mesi nella Repubblica Dominicana: secondo gli inquirenti, i decessi non sarebbero collegati

NEW YORK - Otto decessi in un anno. Tutti, più o meno, verificatisi con la medesima dinamica. L’ultimo è quello di Leyla Cox, 53 anni, morta - di infarto, secondo il rapporto delle autorità locali - il 10 giugno nella camera dell’albergo in cui alloggiava, l’Excellence Resort di Punta Cana.

«Negli ultimi cinque anni hanno visitato la Repubblica Dominicana oltre 30 milioni di turisti. Ma questa è la prima volta che i media internazionali segnalano una situazione così allarmante», ha detto il ministro del turismo Francisco Javier Garcia, come riporta la Cnn. «Questi sono fatti isolati e il nostro Paese è una destinazione sicura», ha successivamente precisato.

Il 30 maggio, in ogni caso, è stata trovata morta una coppia nell’hotel Bahia Principe in località La Romana: Edward Holmes (63 anni) e Cynthia Day (49) sono deceduti, entrambi, per emorragia interna.

Il 25 maggio, nello stesso albergo, è morta Miranda Schaup-Werner: stando alla testimonianza del marito, la donna si è sentita male dopo avere bevuto una bibita presa dal minibar. Come accadde a Yvette Monique Sport, nel corso del mese di giugno 2018.

Il 21 aprile è stato trovato morto in una stanza d’albergo - non sono stati precisati nome e località - anche il 64enne John Corcoran - fratello dell’attrice Barbara Corcoran -. La causa? Anche in questo caso, si tratterebbe di un infarto.

Il 12 aprile è spirato invece Robert Wallace, 67 anni, dopo essersi sentito male all’Hard Rock Hotel & Casino di Punta Cana.

Infine, lo scorso mese di luglio, tra le mura del medesimo albergo, è deceduto il 45enne David Harrison: stando ai rapporto delle autorità locali, la morte sarebbe stata causata da un infarto e da un edema polmonare.

 

 

 

 

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
SIRIA
7 ore

Completato il ritiro curdo da Ras al Ayn

Tutti i combattenti delle Forze democratiche siriane sono fuori dalla città

REGNO UNITO
12 ore

«Porteremo Johnson in tribunale»

Le opposizioni sono furiose per la doppia lettera inviata dal premier e hanno bollato la manovra come «infantile». Bruxelles, intanto, prende tempo

REGNO UNITO / UNIONE EUROPEA
15 ore

Le due lettere di Johnson e la Brexit che diventa farsa

Ci sarebbe poi una terza missiva inviata a Bruxelles, dove gli ambasciatori europei si sono riuniti per discutere il da farsi

STATI UNITI
17 ore

Trump ci rinuncia, niente G7 al suo Doral Golf Club

«Una folle e irrazionale ostilità dei media e dei democratici», ha twittato

REGNO UNITO
1 gior

Una trappola tesa al momento giusto blocca la Brexit

Il voto decisivo atteso per oggi sul deal è saltato ed ora è muro contro muro fra Parlamento e Governo

REGNO UNITO
1 gior

Stop a Johnson, Westminster rinvia la Brexit

La Camera dei Comuni ha approvato un emendamento che obbliga il premier a chiedere un rinvio all'UE

FOTO
REGNO UNITO
1 gior

Il popolo torna in piazza contro la Brexit

Un raduno colorato, fra slogan, cartelli, bandiere britanniche e dell'Ue e vessilli di partito

SIRIA
1 gior

Ankara accusa i curdi di violare il "cessate il fuoco"

«In 36 ore hanno compiuto 14» violazioni». Ma la Turchia assicura che è in atto un coordinamento con gli Stati Uniti

REGNO UNITO
1 gior

Brexit, l'esito resta incerto

È partito il dibattito vero e proprio sull'accordo. Si vota su due emendamenti: una nuova proroga e referendum bis

REGNO UNITO
1 gior

Oggi è il giorno della Brexit

Boris Johnson chiede al Parlamento di approvare l'accordo da lui raggiunto con l'Ue e avverte la Camera dei Comuni che «ora è arrivato il tempo» di decidere

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile