KEYSTONE/EPA (US CENTRAL COMMAND / HANDOUT)
+ 3
STATI UNITI
14.06.19 - 14:000

Petroliere, il video del "dopo attacco"

Gli Usa accusano l'Iran di aver attaccato le navi nel Golfo di Oman. Teheran: «Complotto dei falchi Usa»

NEW YORK (ats ans) - Attraverso un video diffuso dal comando centrale Usa, il segretario di Stato Mike Pompeo accusa l'Iran di aver rimosso, durante i soccorsi, una  mina dal fianco della petroliera colpita nel Golfo di Oman per nascondere le prove delle loro azioni.

In un filato fatto circolare dal Pentagono si vede infatti quella che viene descritta come una imbarcazione con dei Guardiani della Rivoluzione iraniani (Pasdaran), intenti a rimuovere quella che appare essere una mina magnetica inesplosa dal fianco della petroliera giapponese, la Kokuka Courageous, danneggiata probabilmente da un'altra mina, ieri nel Golfo di Oman. Le immagini in bianco e nero circolano in queste ore sui media.

L'armatore giapponese proprietario della petroliera Kokuka Courageous, riferisce però di aver notato 'oggetti volanti' prima dell'esplosione, escludendo in questo modo che a causare i danni siano state mine, come suggerito dagli Stati Uniti.

«Un complotto dei falchi Usa» - Le accuse all'Iran di essere l'autore degli attacchi di ieri alle petroliere nel Golfo dell'Oman sono «parte di un complotto da politici guerrafondai negli Stati Uniti e nella regione»: lo ha dichiarato su Twitter il ministro degli esteri iraniano, Javad Zarif.

«Gli Stati Uniti hanno immediatamente tratto conclusioni contro l'Iran, senza avere neanche uno straccio di prove fattuali circostanziate», ha scritto Zarif, aggiungendo che Washington sta solo cercando in questo modo di «coprire il terrorismo economico», riferendosi alle sanzioni imposte a Teheran.

«Operazione Usa sotto falsa bandiera» - «Le dichiarazioni provocatorie del rappresentante degli Stati Uniti contro l'Iran al Consiglio di sicurezza dell'Onu di ieri fanno parte di un'altra campagna iranofobica. L'Iran respinge categoricamente le accuse infondate degli Stati Uniti riguardo agli incidenti delle petroliere del 13 giugno e li condanna nei termini più forti possibili». Lo scrive in una nota la missione di Teheran alle Nazione Unite, citata da Press Tv.

«Né le prove fabbricate né le campagne di disinformazione o le accuse senza vergogna ad altri possono cambiare la verità. Gli Stati Uniti e i loro alleati regionali devono porre fine all'atteggiamento guerrafondaio e ai complotti maligni e alle operazioni sotto false bandiere nella regione», prosegue Teheran. L'Iran ribadisce di considerare l'episodio "sospetto" e chiede alla comunità internazionale di contrastare «le incoscienti e pericolose politiche e pratiche degli Usa e dei loro alleati regionali, che innalzano le tensioni nella regione».

«Evitare escalation» - «Il governo tedesco condanna duramente questi attacchi a tutte le navi della zona e mantiene uno scambio di informazioni costante con gli Usa e con gli alleati». Lo ha detto Ulrike Demmer, portavoce del governo di Berlino riferendosi all'attacco alle petroliere nel Golfo.

«Si tratta - ha spiegato - di notizie eccezionalmente preoccupanti. Bisogna evitare una spirale di escalation, in gioco c'è la sicurezza dell'area e quella della navigazione. Bisogna lavorare perché prevalga il dialogo».

 
 

KEYSTONE/EPA (US NAVY / US CENTRAL COMMAND HANDOUT)
Guarda tutte le 6 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
4 ore
Il Regno Unito decide, Johnson a un passo dal trionfo
La campagna elettorale per il voto si è chiusa, scatta il conto alla rovescia. La promessa del consevatore: portare a termine la Brexit
FRANCIA
6 ore
Renault: il Cda sceglie Luca De Meo per la direzione generale
Per un effettivo trasferimento del cinquantaduenne milanese a Parigi restano ancora alcuni ostacoli
VIDEO
STATI UNITI
8 ore
Piccioni con il cappellino da cowboy
Sono stati avvistati a Las Vegas. Un'organizzazione sta cercando informazioni per aiutarli
STATI UNITI
8 ore
Ceo: 2019 verso il record di addii
Dall'inizio dell'anno hanno salutato le loro società 1480 amministratori delegati
MONDO
11 ore
Greta Thunberg è la "Persona dell'anno" di Time
È la più giovane ad aver ottenuto il riconoscimento
VIDEO
ITALIA
11 ore
Quadro di Klimt ritrovato, s'indaga per ricettazione
La tela è sotto sequestro in attesa di analisi tecniche e perizie
GERMANIA
12 ore
Porsche ha assunto 2000 persone per la Taycan
Il nuovo modello, sviluppato dal 2015, ha venduto oltre 10mila esemplari. E l'anno prossimo il gruppo punta a raddoppiare il risultato
NUOVA ZELANDA
12 ore
White Island, recuperare i corpi ora sarebbe troppo pericoloso
Ci sono alte possibilità di una nuova esplosione nelle prossime 24 ore
ARABIA SAUDITA
15 ore
Esordio con il botto per Saudi Aramco
Titolo in rialzo del 10% per il colosso saudita del petrolio
ITALIA
15 ore
Bimbo di due anni investito, fermata la pirata della strada
Le condizioni del piccolo restano gravissime
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile