LIBIA
17.04.19 - 12:490

Haftar nega di avere lanciato i missili su Tripoli

L'Esercito nazionale libico - che al comando vede Khalifa Haftar - attribuisce la responsabilità a «milizie terroriste»

TRIPOLI - Le forze di Haftar negano di aver lanciato razzi su Tripoli, attribuendo a «milizie terroriste» la responsabilità di aver sparato «Grad e colpi di artiglieria» su Abu Slim, il quartiere a ridosso del centro della capitale. Lo si afferma in un comunicato dell'Lna, l'Esercito nazionale libico comandato da Khalifa Haftar.

Il generale cirenaico, sin dall'inizio delle operazioni lo scorso 4 aprile, sostiene di condurre un'offensiva per liberare la Libia dai «terroristi». Tesi seccamente respinta dall'Onu che, attraverso il suo inviato Salamé, denuncia un tentativo di colpo di Stato.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FRANCIA
1 ora
È morto il conducente picchiato "per la mascherina"
L'uomo era stato aggredito domenica a Bayonne per aver chiesto ad alcuni passeggeri di indossarne una
STATI UNITI
2 ore
Coronavirus: negli Stati Uniti torna a salire il numero delle vittime
La tendenza si accompagna a una sequela di record giornalieri di nuove infezioni.
MONDO
4 ore
Una gabola di Facebook sta facendo impazzire diverse app sugli iPhone
La causa è un bug al sistema di accesso del social, usato anche da app come Spotify, Tinder e tante altre
FRANCIA
6 ore
Medici senza frontiere è «razzista»
Una lettera firmata da mille collaboratori, per protestare contro le politiche della ong
ITALIA
7 ore
Accoltellato alla gola a 14 anni con una bottiglia rotta
È l'ennesima lite tra giovanissimi che finisce in violenza nel Varesotto: «Schiaffoni ai genitori dei bulli».
MONDO
7 ore
Applicazioni, utilizzo record durante il lockdown
Tra aprile e giugno ne sono state scaricate 35 miliardi
FOTO
STATI UNITI
8 ore
Un murale di Black Lives Matter davanti alla Trump Tower
Tra i realizzatori c'era anche il sindaco Bill de Blasio
COREA DEL SUD
10 ore
Cinque giorni di commemorazione funebre per Park Won-Soon
In una nota il sindaco di Seul si è scusato con «tutti» e in particolare con la sua famiglia
FOCUS
12 ore
L'inizio di un genocidio: tutto cominciò l'11 luglio di 25 anni fa
Viaggio a Srebrenica, teatro del più efferato massacro della guerra in Bosnia-Erzegovina
AUSTRALIA
12 ore
L'Australia punta le aziende di Hong Kong e irrita la Cina
L'ambasciata cinese a Canberra ha reagito parlando di accuse infondate, ipocrisia e grave interferenza
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile