Archivio Keystone
AUSTRIA
25.03.19 - 06:000

Carinzia, anziani uccisi «nel nome del Signore»

In ottobre a Villach ha strangolato una 72enne e dato fuoco alla sua casa. Ora l’autrice del gesto, una 43enne in carcere dallo scorso autunno, ha confessato l’omicidio anche di un altro pensionato

VILLACH - Apparteneva a quello che i media hanno definito “il gruppo dell’occulto”, la 43enne di origini ungheresi Barbara H. Come un’altra donna di 63 anni, si dice rispondesse agli ordini di una 47enne.

Un gruppo, per cui, di tre donne - tutte attualmente in carcere - con una “missione” ben precisa: persuadere gli anziani a farsi consegnare del denaro in contante, garantendo loro che così facendo sarebbero sfuggiti a qualsiasi tipo di maledizione, visto che il gruppo era «in diretto contatto con Dio».

Secondo alcuni media austriaci, si presume che la 47enne, in quattro anni di “attività”, abbia complessivamente messo da parte circa due milioni di euro, anche perché per un numero non ancora ben definito di anziani la donna si era trasformata nell’unica erede.

Ma negli ultimi tempi, alcuni pensionati raggirati avevano iniziato a nutrire qualche perplessità, decidendo, di conseguenza, di apportare le adeguate e opportune modifiche all’interno dei loro testamenti.

Coloro che avevano scelto di procedere in questi termini, per “il gruppo dell’occulto”, però, dovevano morire: così, lo scorso mese di ottobre è toccato alla 72enne, morta strangolata tra le fiamme per mano di Barbara H.

Ma quello di tale anziana, non era l’unico omicidio a pesare sulla coscienza della 43enne: in questi giorni la donna ha confessato di avere ucciso un altro pensionato della della zona il 30 aprile 2018, avvelenandolo, in questo caso, con del porridge al mughetto.

Secondo il suo difensore, Wolfgang Blaschitz, anche la 43enne «è una vittima dell’intera vicenda»: «è stata obbligata ad agire, sotto minacce di morte, da una donna senza scrupoli», ha spiegato l’avvocato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
3 ore

Offende una donna di colore in spiaggia, denunciato

È accaduto a Chioggia. A urlare col megafono dello stabilimento insulti contro la donna, l’ex gestore della spiaggia di Punta Canna, già indagato in passato per apologia del fascismo

STATI UNITI
12 ore

Falsi account in Cina eliminati da Twitter e Facebook

Miravano a seminare «discordia politica» e a manipolare la prospettiva delle proteste di Hong Kong

ITALIA
12 ore

Il 112 e la geolocalizzazione che avrebbe potuto salvare Simon

Polemica sulla mancata introduzione dell'Advanced Mobile Location. La causa? Il conflitto tra i numeri d'emergenza 112 e 118

CILE
14 ore

Venduto a privati il centro di tortura Venda Sexy, è polemica

Il Consiglio dei Monumenti storici ha precisato di non essere stato informato della transazione. Si valuta un'azione legale

REGNO UNITO
14 ore

Il video che inchioda il principe Andrea, era a casa di Epstein

Il duca di York è finito nella bufera per la sua amicizia con il finanziere suicida e coinvolto già dal 2008 in uno scandalo per abusi sessuali e sfruttamento della prostituzione minorile

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile