Keystone
BRASILE
13.03.19 - 15:400
Aggiornamento : 16:48

Ricerche online inchiodano l'assassino di Marielle

L'ex sergente Ronnie Lessa è accusato dell'omicidio dell'attivista Marielle Franco

SAN PAOLO - In Brasile la squadra omicidi della polizia e la procura ha analizzato le ricerche su internet realizzate da fine 2017 fino a quest'anno dall'ex sergente Ronnie Lessa - accusato dell'omicidio dell'attivista Marielle Franco - e del suo autista Anderson Gomes, scoprendo che l'ex poliziotto ha cercato nomi di pubblici ministeri che indagano su casi di crimini commessi da agenti di polizia, giornalisti che seguono questioni relative ai diritti umani e politici di sinistra.

Secondo quanto riferito dal portale della rivista Extra, i file a cui Lessa ha accesso tramite cellulare, memorizzati nel "cloud" della rete, sono considerate dalla procura prove fondamentali della progettazione del crimine.

Secondo gli inquirenti, il sergente ha anche effettuato ricerche sulla mitragliatrice MP5, individuata come arma utilizzata negli omicidi di Franco e Gomes, insieme ai silenziatori utilizzati. Testimoni dell'omicidio hanno affermato che il suono degli spari era attutito.

Lessa ha anche svolto ricerche sugli indirizzi legati a Marielle e anche sull'agenda quotidiana dell'attivista. Uno dei luoghi relativi a Marielle cercati dall'ex poliziotto è un suo vecchio indirizzo di casa.

Le ricerche dell'ex sergente mostrano anche un «profilo reattivo alle cause della sinistra», secondo Simone Sibílio, del Gruppo d'azione speciale contro il crimine organizzato. Lessa ha ricercato i nomi del deputato federale Marcelo Freixo e dei parenti del parlamentare. In alcune ricerche su Freixo, il poliziotto ha usato espressioni dispregiative accanto al nome del parlamentare. Lessa avrebbe anche realizzato una serie di ricerche sugli ex presidenti Luiz Inácio Lula da Silva e Dilma Rousseff. In una delle ricerche su Rousseff, l'ex poliziotto accusato dell'omicidio di Marielle avrebbe anche visualizzato l'immagine della ex presidente decapitata.

Per la procura che si occupa del caso, l'omicidio di Marielle è stato commesso a causa delle sue attività politiche, in difesa di neri, Lgbt e di altre cause.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile