Keystone
Uno dei feriti soccorso dai paramedici accorsi sul luogo della mattanza.
MESSICO
09.03.19 - 19:050
Aggiornamento : 22:32

Assalto al night club, almeno 14 morti

Un commando armato ha sparato all'impazzata in un locale di Salamanca prima di fuggire a bordo di un veicolo. È caccia all'uomo.

CITTÀ DEL MESSICO - Un commando armato ha assaltato la notte scorsa un night club di Salamanca, in Messico, sparando all'impazzata sui presenti ed uccidendo almeno 14 persone fra clienti e membri dello staff. Lo riferisce la tv Milenio di Città del Messico.

Fonti del governo dello Stato di Guanajuato hanno reso noto che la banda è giunta prima dell'alba davanti alla porta del 'La Playa Men's Club' sulla Avenida del Trabajo e che, senza proferire parola, ha cominciato a sparare sui presenti. Oltre ai morti, altre cinque persone sono rimaste ferite.

Al termine dell'attacco, durato pochi minuti, i malviventi sono fuggiti a bordo del veicolo che li attendeva all'esterno.

La polizia ha aperto una caccia all'uomo per cercare di localizzare gli aggressori, per il momento però senza successo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
3 min

Google sigla un accordo con Renault-Nissan per la guida autonoma

L'intesa è volta a esplorare i servizi di mobilità senza conducente per passeggeri e merci in Francia e Giappone

GERMANIA
2 ore

Esponente dell'AfD candida Salvini al Nobel per la Pace

Chiudendo i porti, il ministro dell'Interno italiano «ha sperimentato una politica per il salvataggio di migliaia di vite»

VIDEO
ITALIA
4 ore

Crolla palazzina a Gorizia: rinvenuto anche il corpo del terzo disperso

Era una persona disabile che viveva da sola. Morta anche una coppia. All'origine dell'accaduto una fuga di gas

STATI UNITI
4 ore

Facebook va alla Fed per Libra, parlamento scettico

Il presidente della banca centrale americana: «Avremo delle aspettative alte se Facebook deciderà di andare avanti»

STATI UNITI
5 ore

Scontro al Senato americano sul risarcimento per la schiavitù

Il leader di maggioranza: «Mi chiedo perché dobbiamo pagare noi». Dure reazioni di chi era stato chiamato a testimoniare

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report