Polizia
SIRIA
21.02.19 - 17:260
Aggiornamento : 18:10

Uccisa "la voce" dell'Isis: uno jihadista francese

Fabien Clain è stato colpito da un bombardamento aereo a Baghuz. Germania: arrestati 12 presunti islamisti, preparavano un attacco

BAGHUZ - Il jihadista francese Fabien Clain è stato ucciso in Siria da un raid della coalizione internazionale e il fratello Jean-Michel è rimasto gravemente ferito: è quanto rivela oggi France Info.

Fabien Clain è stato colpito da un bombardamento aereo a Baghuz, ultimo bastione dell'Isis. Il governo francese attente le analisi del Dna per confermarne il decesso.

Le voci dei fratelli Clain vennero rapidamente identificate nei messaggi audio di rivendicazione dell'Isis dopo gli attentati parigini del 13 novembre.

Germania: arrestati 12 presunti islamisti, preparavano un attacco - Durante alcune perquisizioni di abitazioni nel Land tedesco del Nord Reno-Vestfalia sono stati fermati 12 presunti islamisti, tedesco-marocchini, tra i 22 e i 33 anni. Sono sospettati di pianificare un attacco in Germania e di aver aiutato altre persone ad unirsi alla Jihad in Siria.

Tra i sospetti è stata arrestata anche una giovane coppia sposata di presunti islamisti. I due si sarebbero dovuti unire nel 2016 allo Stato islamico, portando con sé i due bambini. Durante il viaggio in Turchia, però, la coppia era stata fermata dalle autorità locali e rispedita in Germania.

Francia e Gran Bretagna non colmeranno il vuoto Usa - Francia e Gran Bretagna hanno respinto la richiesta dell'amministrazione Trump di colmare il vuoto lasciato dalle truppe Usa in Siria dopo il loro ritiro, a meno che il tycoon non riveda almeno parzialmente la sua decisione. Lo scrive il Washington Post citando dirigenti Usa e stranieri. I due alleati europei, gli unici con truppe sul terreno nella coalizione anti-Isis, sarebbero preoccupati anche dal fatto che finora gli Usa non sono riusciti a fare un accordo con la Turchia perché non attacchi i miliziani curdi.

Una delle principali richieste fatte dall'amministrazione Trump ai suoi alleati europei, compresa la Germania, che non ha truppe in Siria, è quella di formare una forza di monitoraggio per pattugliare una 'safe zone' larga una trentina di chilometri sul lato siriano del confine che separa i turchi dai curdo-siriani.

Il ministro della difesa turco Hulusi Akar e il suo capo di stato maggiore voleranno a Washington per discutere di Siria e altre questioni regionali con il capo del Pentagono ad interim Patrick Shanahan. Le forze democratiche siriane (Sdf) hanno chiesto ai Paesi occidentali di mantenere una forza sino a 1500 uomini nel nordest della Siria per coordinare il supporto aereo e sostenere i suoi sforzi di tenere a bada gli avversari.

Il ministro degli esteri francese Jean-Yves Le Drian, riferisce il Wp, ha detto la scorsa settimana che è stato disorientato dalla politica di Trump mentre martedì il suo collega britannico Jeremy Hunt ha dichiarato che «non c'è alcuna prospettiva di forze britanniche che rimpiazzino gli americani in Siria».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
24 min
Il suo cuore si ferma a 14 anni, mentre fa ginnastica
Dramma in provincia di Treviso. Il padre: «E ora chiedo giustizia»
STATI UNITI
4 ore
Quei mini-cervelli cresciuti in provetta che fanno discutere
Sono una delle ultime grandi scoperte della neurologia con un grande potenziale medico ma, per alcuni, il rischi di “andare al di là“ dell'etico c'è
REGNO UNITO
13 ore
Aborto e matrimonio gay in Irlanda del Nord
È l'effetto della paralisi del governo e del parlamento locali di Belfast che trasferisce ora temporaneamente la potestà legislativa al parlamento britannico
ISRAELE
15 ore
Netanyahu rinuncia a formare il governo
È la seconda volta in sei mesi che il leader del Likud fallisce, ora dovrebbe toccare a Benny Gantz
EMIRATI ARABI UNITI
18 ore
Questa qui è la perla più antica che esista
Ha poco meno di 8'000 anni ed è stata scoperta per caso da degli archeologi che cercavano ben altro. Sarà messa in mostra al Louvre di Abu Dhabi
GERMANIA
19 ore
L'economia tedesca potrebbe essere entrata in recessione
Lo dice la Bundesbank, secondo cui «il prodotto interno lordo potrebbe essersi ridotto nuovamente nel terzo trimestre del 2019» dopo il -0,1% del secondo trimestre
FOTO
CILE
19 ore
A Santiago i manifestanti hanno dato fuoco agli uffici dell'anagrafe
Dopo averli saccheggiati, i vigili del fuoco sul posto, le autorità parlano di danni importanti: «Distrutti molti documenti». Il bilancio complessivo è di 11 morti
GIAPPONE
20 ore
Pollon e Nanà Super Girl sono orfane, scomparso Hideo Azuma
Il fumettista è morto all'età di 69 anni, in un ospedale di Tokyo, per le complicazioni di un tumore
ISOLA DI MAN
22 ore
Con un gatto nel bagaglio a mano
Sbalorditi sia gli addetti alla sicurezza che i padroni. Il micio si era intrufolato nella valigia all'insaputa della coppia
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile