Deposit Photos
FRANCIA
14.02.19 - 14:470

Spray sul treno: polizia francese nei guai

Per far uscire degli stranieri nascosti in un bagno del treno gli agenti hanno spruzzato qualcosa che ha raggiunto anche i viaggiatori nella carrozza

MENTONE - Intervento con strascico di polemiche da parte della polizia nazionale francese per fermare dei migranti su un treno partito da Ventimiglia e diretto a Nizza questa mattina attorno alle 7.

Per far uscire degli stranieri nascosti in un bagno del treno gli agenti hanno spruzzato qualcosa, probabilmente spray urticante, che ha raggiunto anche i viaggiatori nella carrozza provocando bruciori, tosse e anche alcuni momenti di confusione e panico. È avvenuto in Francia vicino alla stazione di Menton Garavan, la prima in territorio francese una volta oltrepassato il confine con l'Italia.

Secondo quanto hanno riferito alcuni passeggeri gli agenti hanno dapprima cercato di forzare la porta della toilette della carrozza nella quale si erano chiusi i migranti utilizzando una sorta di grossa tronchese e hanno quindi spruzzato la sostanza urticante per farli uscire.

«Andavo a Monaco - racconta Penepole D., una passeggera del treno Ventimiglia-Nizza di questa mattina -. Prima della stazione di Garavan, il treno si è fermato per una decina di minuti. In stazione sono saliti i poliziotti, che come al solito hanno chiesto i documenti a tutti. Pochi minuti dopo abbiamo iniziato a starnutire e a tossire».

«A distanza di tre ore sento ancora i bruciori - prosegue Penepole -. Un gruppo di ragazzi pensava fosse un brutto scherzo, ma non ci si può comportare così e se qualcuno fosse allergico?».

I migranti, alla fine, sono usciti e gli agenti li hanno condotti in caserma.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora

La scarpa "offende" gli indiani di Panama, Nike la ritira

Le Air Force 1 dedicate a Porto Rico non saranno messe in vendita. Il gruppo indigeno ha accusato la società di violazione della proprietà intellettuale

REGNO UNITO
2 ore

Tra Europee e Brexit, May verso l'addio

Accolti tra ostilità e disinteresse gli ultimi punti illustrati dalla premier, ormai sempre più isolata. In serata si è dimessa anche la per i Rapporti con il Parlamento Andrea Leadsom

IRAN
3 ore

Donna canta in pubblico: arrestata

Il tribunale rivoluzionario l'ha accusata di «comportamento irrispettoso verso i costumi religiosi» dell'Islam

ISREALE
5 ore

Il 12 giugno nascerà la cittadina di nome Trump

O meglio, ribattezzeranno con il nome del presidente degli Stati Uniti un paesino di 250 anime nel Golan. E gli abitanti? Pare che ne siano contenti

GERMANIA
7 ore

Due bimbi morti in un laghetto

Poco prima dei piccoli si erano perse le tracce ed erano scattate le ricerche

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report