Keystone
FRANCIA
09.02.19 - 15:160
Aggiornamento : 18:41

Gilet gialli davanti al Senato, almeno dieci arresti

Continuano gli scontri a Parigi. Un manifestante di 30 anni ha perso una mano

PARIGI - Una decina di persone sono state fermate durante il corteo dei gilet gialli oggi a Parigi, per il 13esimo atto della protesta. I manifestanti, alcune migliaia, hanno lasciato la zona dell'Assemblée Nationale, dove erano scoppiati i primi violenti scontri, e sono ora giunti davanti al Senato, circondati da imponenti forze di polizia, che sono in testa al corteo. Il manifestante ferito negli scontri ha 30 anni ed ha perso la mano in circostanze ancora da chiarire. Soccorso da un'ambulanza, ha riportato anche un trauma al viso.

Molotov contro il Senato - Una molotov è stata lanciata al passaggio di una parte del corteo davanti al portone del Senato, nelle vie adiacenti ci sono stati danni alle vetrine, cariche e lancio di lacrimogeni da parte della polizia. Il corteo ha poi preso la direzione di Montparnasse, deviando in parte dal percorso autorizzato dalla prefettura. Poliziotti in assetto antisommossa sono in testa al corteo, furgoni blindati sono in coda.

Partecipazione al ribasso - È ancora al ribasso la partecipazione alle manifestazioni dei gilet gialli: in tutto il Paese, a metà pomeriggio il ministero dell'Interno ha contato 12'100 dimostranti contro i 17'400 di sabato scorso. A Parigi, i manifestanti sono la metà di sabato scorso, 4.000 contro 8'000, sempre secondo gli Interni.

«Sono indignato» - Il ministro dell'Interno francese, Christophe Castaner, ha espresso la sua «indignazione» e il suo «disgusto» dopo l'incendio di un veicolo dell'operazione antiterrorismo Vigipirate oggi durante il corteo dei gilet gialli a Parigi. «I militari della missione Sentinelle - ha detto con riferimento ai soldati che pattugliano Parigi dai tempi degli attentati del 2015 - proteggono ogni giorno i nostri cittadini dal rischio terrorista. Questi attacchi sono intollerabili. Tutto sarà fatto perché gli autori di questa azione siano catturati e processati».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO
LIBANO
15 min
L'avviso sei mesi fa: «Potrebbe esplodere tutto»
Le indagini sul disastro avvenuto nella capitale libanese indicano per ora la negligenza quale causa principale
GERMANIA
1 ora
Una stretta agli spot del "junk food"
I Verdi tedeschi chiedono una limitazione delle pubblicità: dovrebbero essere ammesse solo alla sera
GERMANIA
1 ora
In volo con le ossa del marito in valigia
La donna è stata fermata lunedì all'aeroporto di Monaco. Il trasporto però era in regola
MONDO
3 ore
Google Play Music chiuderà i battenti a ottobre
Gli utenti avranno tempo fino a dicembre per trasferire le proprie librerie musicali su YouTube Music o altrove
LIBANO
4 ore
«Da solo il Libano non ce la fa, distruzione e desolazione ovunque»
Bechara Boutros Raï invoca l'aiuto del mondo. Il Paese è già piegato: «Vi abbiamo regalato l'alfabeto».
LIBANO
5 ore
«Non c'era solo nitrato di ammonio»
La Ue attiva la protezione civile, Macron domani sarà in Libano
ITALIA
5 ore
Ryanair «viola le norme anti Covid-19»
Se la compagnia non porrà rimedio Enac imporrà «la sospensione di ogni attività di trasporto negli scali nazionali»
FOTO
LIBANO
7 ore
Beirut, un pericolo noto da oltre 6 anni
Il carico che ha alimentato la devastante esplosione si trovava nell'hangar dal settembre del 2013
REGNO UNITO
8 ore
Le fa la proposta... bruciando casa
Un uomo di Sheffield ha esagerato con le candele per realizzare una proposta di matrimonio
FOTO E VIDEO
LIBANO
9 ore
Beirut, il giorno dopo: «Vivi per miracolo»
Fonti della Difesa Usa smentiscono Trump e affermano che al momento non ci sono elementi per parlare di attentato
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile