Deposit Photos
ARGENTINA
18.01.19 - 15:560

Sì all'aborto per una 12enne stuprata da un uomo di 60 anni

Lo Stato è ancora profondamente diviso su questo tema

BUENOS AIRES - Argentina ancora profondamente divisa sul diritto all'aborto: una bambina di 12 anni, che era stata violentata e messa incinta da un uomo di 60 anni a Jujuy, provincia dell'estremo nord-ovest, potrà accedere all'interruzione di gravidanza, nonostante le forti resistenze poste da movimenti contrari all'aborto.

La conferma - rende noto il sito di informazione argentino Todo Noticias - è arrivata dal governo provinciale, dopo che i medici dell'ospedale Hector Quintana Materna Infantil avevano chiesto di aspettare che il bambino nascesse per poi darlo in adozione.

Secondo il governatore di Jujuy, Gerardo Morales, «la vita della dodicenne è a rischio, e si è quindi deciso di procedere immediatamente all'interruzione di gravidanza».

A dispetto del parere contrario di alcuni medici e dei gruppi 'pro-vita', la pratica dell'aborto in caso di stupro è prevista dalla legge, in Argentina.

Lo scorso agosto, il progetto di legge sulla interruzione volontaria della gravidanza è stato bocciato dopo essere stato respinto dal Senato di Buenos Aires.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile