Keystone / EPA
FRANCIA
07.11.18 - 16:510
Aggiornamento : 18:20

Marsiglia, identificate tre vittime

Erano tutte residenti della palazzina crollata di Rue d'Aubagne 65. Sgomberato un altro edificio

MARSIGLIA - Tre delle sei vittime, quattro uomini e due donne, rinvenute dai soccorritori sotto alle macerie dei palazzi crollati l'altro ieri a Marsiglia sono state identificate: è quanto scrive France Info senza precisare l'identità delle vittime.

Per il momento, il procuratore di Marsiglia, Xavier Tarabeux, si è limitato a dire che le tre vittime identificate erano tutte residenti della palazzina di Rue d'Aubagne 65. «Si tratta di tre affittuari del palazzo, due donne e un uomo, di cui non posso dare l'identità per il rispetto dovuto alle famiglie» ha aggiunto Tarabeux.

«Le cause del crollo degli edifici non sono ancora accertate» ha spiegato il procuratore, aggiungendo che gli inquirenti non hanno ancora stabilito «quale dei due edifici abbia fatto crollare l'altro». Quanto ai soccorsi, ha aggiunto, le «ricerche continuano», anche se per il momento sono state interrotte. Il lavoro dei soccorritori è stato sospeso per tutelare l'incolumità dei soccorritori, a fronte del rischio di crolli di altri due edifici, al numero 61 e 69 di Rue d'Aubagne. Lo scrive il sito internet del quotidiano La Provence, precisando che si è riunito un tavolo tecnico per decidere sul da farsi per continuare la ricerca di eventuali vittime senza mettere in pericolo la vita dei soccorritori.

Già questa mattina, era stato evidenziato il rischio di "effetto domino", con il crollo di altri palazzine.

Sgomberato un altro edificio - Un altro edificio situato all'angolo tra rue Pythéas e Beauvau, a due passi dal Vieux-Port, è stato sgomberato. Intorno a questa nuova palazzina la polizia ha disposto un perimetro di sicurezza. Secondo Julien Ruas, responsabile dei rischi urbani di Marsiglia, si tratta di una procedura normale, che «attuiamo mediamente due volte a settimana». Obiettivo? Svuotare gli edifici in attesa del sopralluogo di un perito del tribunale. «A seconda delle conclusioni dell'esperto - ha aggiunto - gli occupanti tornano nel palazzo».

TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
1 ora
40 anni di Capitan Harlock, Matsumoto ha un malore
Il disegnatore giapponese, a Torino per i festeggiamenti, sarà sottoposto a una tac. Forse un ictus
CINA
5 ore
Hong Kong: la polizia arresta due studenti tedeschi
I due sono nell'ex colonia per uno scambio di studi con la Lingnan University. A entrambi è stata concessa l'assistenza consolare
STATI UNITI
6 ore
Ex ambasciatrice Usa: «Mi sentii minacciata da Trump». Lui twitta
Lo sdegno per le intimidazioni in diretta da parte del presidente americano è bipartisan
REGNO UNITO
8 ore
Caso Epstein: il principe Andrea replica alle accuse
Il duca di York si è sottoposto a un'intervista che andrà in onda domani sera sulla Bbc
ROMANIA
11 ore
Mafia del legno: aggredita troupe di Netflix
L'episodio è accaduto qualche settimana fa durante le riprese, ma è stato raccontato alla stampa solo in questi giorni da Gabriel Paun
FRANCIA
13 ore
Ceva Logistics, aperta la sede centrale a Marsiglia
L'azienda è stata acquisita dall'armatore francese CMA CGM
VIDEO
ITALIA
13 ore
Venezia: raggiunti i 154 cm
Alto il valore anche a Burano dove la marea ha raggiunto i 149 centimetri e a Chioggia con 146
AUSTRALIA
16 ore
Atterrato a Sydney il primo volo non-stop da Londra
Un viaggio record quello del Boeing 787-9 per la durata ma anche per la distanza percorsa, 17'800 km
IRAN
17 ore
L'Iran raziona il petrolio e aumenta i prezzi
Le entrate serviranno per aumentare i sussidi ai bisognosi, stimati in 18 milioni di persone
STATI UNITI
18 ore
Minaccia di sparare ai suoi allievi: insegnante arrestata
La donna insegnava in una scuola media dello stato di Washington e ora si trova in congedo amministraivo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile