Keystone
REGNO UNITO
25.07.18 - 15:020

«Il veleno in un profumo di marca sigillato»

Lo ha raccontato il superstite Charlie Rowley

LONDRA - Era in una confezione "sigillata di profumo", un profumo "di marca", la sostanza chimica che a fine giugno ha avvelenato ad Amesbury (nel sud dell'Inghilterra), Dawn Sturgess e Charlie Rowley, causando dopo pochi giorni la morte di lei.

A raccontarlo è ora lo stesso Rowley, scampato al destino della compagna e appena dimesso dall'ospedale, sullo sfondo di una vicenda che la polizia del Regno continua indagare come un possibile 'danno collaterale' dell'attacco compiuto a marzo nella vicina Salisbury contro l'ex spia russa Serghiei Skripal e sua figlia Yulia, accreditando nei due casi l'uso di un medesimo micidiale agente nervino di tipo Novichok.

Intervistato dall'Itv ieri sera nel domicilio protetto e segreto in cui è stato alloggiato, Rowley ha raccontato di aver trovato - non è chiaro dove - quella che sembrava una boccetta di profumo. E ha detto di ricordare che Dawn, dopo averla ricevuta da lui, se ne era spruzzato un po' sulle braccia, sfregandosi poi i polsi, salvo sentirsi male e collassare in bagno nel giro di 15 minuti.

L'uomo ha spiegato di essere a sua volta entrato in contato con la sostanza, ma più leggermente, e di essersi lavato le mani dopo aver notato che era oleosa e non profumava. Mentre non è stato in grado di dire nulla sull'origine della confezione - che gli investigatori ritengono possa essere un residuo abbandonato nei mesi precedenti nella zona dagli autori dell'attacco agli Skripal - limitandosi a dirsi «arrabbiato con le le persone irresponsabili che l'avrebbero lasciata in giro».

Le autorità di Londra hanno accusato fin da quasi subito lo Stato russo di essere coinvolto nel caso Skripal, cosa che Mosca smentisce categoricamente.

TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora
Sono loro i vip che hanno guadagnato di più nell'ultimo anno
Lo svela il consueto Forbes, fra sorprese grazie ai successi su Netflix e chi è stato castigato dal coronavirus
STATI UNITI
2 ore
Oggi si tiene la prima cerimonia funebre per George Floyd
L'inizio è fissato per le 19 ora svizzera, oggi davanti al giudice anche 3 degli ex-poliziotti coinvolti nell'omicidio
UNIONE EUROPEA
3 ore
Coronavirus: la Bce quasi raddoppia il piano d'acquisto per l'emergenza
È una sorpresa per molti investitori. L'operazione supera ora i 1'000 miliardi di euro.
ITALIA
4 ore
Il pronto soccorso di Codogno riapre: e c'è già il primo caso sospetto Covid
Il paziente è stato immediatamente isolato.
REGNO UNITO / GERMANIA
4 ore
I genitori di Maddie: è una svolta «potenzialmente molto significativa»
Il sospettato sarebbe stato condannato per uno stupro commesso circa un anno e mezzo prima della scomparsa della bimba
STATI UNITI
5 ore
Mattis: Trump «sta cercando di dividerci»
Dura presa di posizione dell'ex Segretario alla Difesa statunitense contro il presidente
UNIONE EUROPEA
6 ore
«I salvataggi delle compagnie di bandiera sono illegali»
«Vogliamo condizioni di parità» ha dichiarato Michael O'Leary
PORTOGALLO
8 ore
Caso Madeleine McCann, c'è un sospetto
Le indagini hanno permesso di identificare un uomo tedesco di 43 anni
STATI UNITI
10 ore
L'autopsia di George Floyd rivela che era positivo al coronavirus
Proteste pacifiche in molte città Usa, ma a New York 90 nuovi arresti
EUROPA
11 ore
Riconoscimento facciale? Bastano gli occhi, o la camminata
Le mascherine, che bloccano l'operatività del riconoscimento facciale, non hanno effetti su altri sistemi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile