Keystone
Cronaca
11.07.18 - 15:090

"Gola profonda Wylie": «Avevo ragione»

L'informatico è tornato sul caso Cambridge Analytica

NEW YORK - «Cambridge Analytica e Steve Bannon mi hanno dato del bugiardo. 'Vote Leave' (organizzazione pro-Brexit) mi ha definito un meraviglioso ciarlatano. 'LeaveEU' (altra organizzazione pro-Brexit) mi ha chiamato Walter Mitty. Facebook mi ha bannato dalle sue piattaforme, anche Instagram. Ma io ho detto la verità, è successo, hanno tutti infranto la legge»: lo scrive su Twitter Christopher Wylie.

L'informatico ha svelato come Cambridge Analytica, per cui lavorava, sfruttava i dati raccolti tramite l'app 'thisisyourdigitallife' dai profili Facebook per creare pubblicità mirate e manipolare la campagna elettorale americana e quella per il referendum della Brexit.

«La Commissione britannica per la privacy e la protezione dei dati - aggiunge Wylie - ha anche confermato le prove che per i dati Facebook usati da Cambridge Analytica c'è stato accesso in Russia». Secondo dati ufficiali di Facebook sono 87 milioni gli utenti i cui dati personali sono stati raccolti dall'azienda inglese, poco più di 1 milione residenti in Gran Bretagna.
 

Tags
dati
wylie
facebook
analytica
cambridge
cambridge analytica
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report