Keystone
REGNO UNITO
14.06.18 - 12:270

Oxfam «comprende» la scelta di Haiti

La ong Oxfam ha fatto sapere di «comprendere» la decisione del governo haitiano, che le ha ritirato il diritto di svolgere attività umanitaria nel Paese, dopo gli scandali sessuali degli scorsi mesi

LONDRA - Oxfam Gb «comprende» la decisione annunciata ieri dal governo di Haiti di ritirarle il diritto di svolgere attività umanitaria nel Paese dopo le rivelazioni dei mesi scorsi sul coinvolgimento di alcuni suoi ex operatori nello sfruttamento sessuale di ragazze haitiane durante i soccorsi per il terremoto del 2010, oltre che in abusi denunciati altrove.

«Per noi è una delusione, ma comprendiamo la decisione», ha commentato una portavoce dell'organizzazione non governativa, rassicurando ancora una volta sulle riforme intraprese per rafforzare i controlli su staff e collaboratori e migliorare la trasparenza.

«Il comportamento di alcuni ex operatori di Oxfam ad Haiti dopo il terremoto del 2010 fu completamente inaccettabile», ha poi ribadito, ricordando che l'associazione «s'è scusata con il governo e il popolo haitiano» e che l'amministratore delegato della branca britannica, Mark Goldring, ha annunciato le sue dimissioni entro fine anno per dare spazio a un rinnovamento. Oxfam International continuerà comunque a lavorare nel Paese caraibico attraverso la sezione italiana, quella spagnola e quella del Quebec canadese.

Tags
oxfam
haiti
paese
decisione
governo
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report