Ti-Press
CILE
14.06.18 - 08:520

Pedofilia: perquisizione in due diocesi

La giustizia cilena ha informato che chiederà al Vaticano di consegnare tutta l'informazione disponibile su questi casi

SANTIAGO DEL CILE - In una mossa senza precedenti, unità della polizia cilena hanno sequestrato gli archivi ecclesiastici delle diocesi di Santiago del Cile e Rancagua (a sud della capitale), su ordine della Procura locale, che indaga su casi di abuso sessuale di minorenni.

Secondo fonti della sicurezza citate dai media locali, le autorità giudiziarie intendono esaminare tutte le denunce inviate dalle rispettive diocesi alla Congregazione per la Dottrina della Fede - il dicastero vaticano che si occupa di questi casi - dal 2007 ad oggi, così come le sanzioni decise dalla Chiesa in base al diritto canonico.

A Santiago la Procura - scrive il quotidiano La Tercera - è specificatamente interessata nel caso dell'ex cancelliere dell'arcivescovado della capitale, Oscar Munoz Toledo, che avrebbe ammesso alle autorità ecclesiastiche di aver abusato sessualmente di minorenni.

In quanto a Roncagua, si da per scontato che l'inchiesta della giustizia si riferisce al gruppo di sacerdoti che avrebbero creato una "confraternita" di abusatori, scoperta da una giornalista che ha finto di essere un minorenne ed è stata adescata online da un sacerdote, che gli ha perfino inviato immagini sessuali.

La giustizia cilena ha informato che chiederà al Vaticano di consegnare tutta l'informazione disponibile su questi casi, e formalizzerà questa richiesta in un incontro con i due inviati di Papa Francesco, Charles Scicluna e Jordi Bertomeu, arrivati in Cile due giorni fa.

Tags
diocesi
casi
cile
vaticano
giustizia
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report