Keystone
AUSTRALIA
22.05.18 - 07:200
Aggiornamento : 09:43

Arcivescovo australiano condannato per insabbiamento

È stato riconosciuto colpevole di aver coperto abusi sessuali su minori commessi da un altro sacerdote

NEWCASTLE - L'arcivescovo cattolico di Adelaide, Philip Wilson, è stato dichiarato oggi colpevole da un tribunale di Newcastle - a nord di Sydney - per aver coperto abusi sessuali su minori commessi da un altro sacerdote: Wilson, 67 anni, il più alto prelato cattolico al mondo condannato per questo reato, rischia una pena fino a due anni di reclusione.

La sua condanna giunge tre settimane dopo il rinvio a giudizio del cardinale George Pell, che sarà processato in Australia per abusi sessuali.

L'arcivescovo, che si è sempre dichiarato innocente, il mese scorso aveva negato sotto giuramento in tribunale che due ex chierichetti gli avessero mai detto di essere stati abusati sessualmente dal prete James Fletcher negli anni '70.

Wilson, vicepresidente della Conferenza Episcopale Australiana, rimane libero su cauzione a condizione che si presenti in tribunale il prossimo 19 giugno, quando verrà resa nota la sentenza. Wilson era imputato di aver tenuto segreti gli abusi sessuali su quattro minori compiuti dal sacerdote Fletcher già negli anni '70, quando entrambi servivano nella diocesi di Maitland, presso Newcastle.

Fletcher è morto in prigione a 65 anni, nel 2006, un anno dopo la condanna a quasi 8 anni per aver abusato di un chierichetto di 13 anni tra il 1989 e il 1991.

All'arcivescovo, cui è stato diagnosticato il morbo di Alzheimer alle prime fasi, ha dichiarato di non ricordare una conversazione del 1976 con una delle presunte vittime. I suoi legali hanno tentato per quattro volte di fare archiviare il caso, utilizzando come pretesto anche l'Alzheimer di cui il prelato soffre.

La condanna odierna è un precedente cruciale per altri procedimenti derivanti da conclusioni della Commissione nazionale d'inchiesta sulle risposte delle istituzioni agli abusi sessuali a minori che si è conclusa lo scorso agosto. Si è trattato dell'inchiesta più approfondita sulla pedofilia nella storia dell'Australia, che ha indagato su chiese, enti di beneficenza, governi locali, scuole, organizzazioni comunitarie, gruppi di boy scout e club sportivi, e sulla polizia.

TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
4 min
Coronavirus: superata la soglia dei 720mila morti in tutto il mondo
Negli States i contagiati superano i 5 milioni, in Brasile le vittime sono 100mila e in Francia è nuovo boom
CINA
29 min
Villaggio in quarantena per un caso di peste bubbonica
E dopo la morte di una persona, stando ai primi test si tratterebbe di un caso isolato
MONDO
11 ore
Coronavirus: boom di casi nel mondo
E gli Stati Uniti temono 300'000 morti legate al Covid-19
LIBANO
12 ore
Esplosione a Beirut, nessuna ipotesi è esclusa
Richieste le immagini satellitari per fare luce sulla dinamica del disastro che ha colpito la capitale libanese
COREA DEL SUD
13 ore
Lo studio conferma: anche gli asintomatici possono contagiare
Secondo i ricercatori, gli asintomatici presentano la stessa concentrazione di virus di un positivo con sintomi
STATI UNITI
13 ore
Scintille Canada - USA, Trump rilancia la guerra dei dazi
«Il Canada se ne approfitta di noi, come sempre» ha detto il Presidente statunitense
SPAGNA
14 ore
Il coronavirus cresce ancora, altri 4'507 casi
Il comune di Aranda è stato isolato a causa dell'alta incidenza dei contagi
FOTO
INDIA
15 ore
Aereo fallisce l'atterraggio e si schianta: almeno venti morti
A bordo del volo Air India c'erano 191 persone: si trattava di un volo di rimpatrio
GERMANIA
15 ore
Dovremo segnare in un diario chiunque incontriamo?
L'analisi per evitare la seconda ondata, e il conseguente lockdown, arriva dal noto virologo Christian Drosten
CINA / STATI UNITI
17 ore
TikTok, «sconcerto» per la mossa di Trump
La società se la prende con l'amministrazione Usa e rassicura gli utenti
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile