Wikimedia CC
ITALIA
13.11.17 - 10:250

Fausto Brizzi, si moltiplicano le accuse per molestie

"Le Iene" hanno raccolto la testimonianze di una decina di donne vittime di abusi da parte dal regista di "Una notte prima degli esami", lui aveva già smentito ritirandosi a vita privata

ROMA - Dopo l'attrice Tea Falco altre donne si sono aggiunte al coro che accusa di molestie sessuali il regista Fausto Brizzi. Il pulpito scelto per le accuse è ancora una volta il programma di Italia 1 "Le Iene" andato in onda ieri sera nel quale diverse donne attive nel mondo dello spettacolo hanno confermato le molestie, perpetrate anche con violenza e aggressività, facendo in maniera esplicita il nome di Brizzi sotto protezione dell'anonimato. 

Fino a ieri sera, anche nell'ambito del programma televisivo, si era parlato in maniera generica «di un regista romano ultraquarantenne». Il nome del regista di "Notte prima degli esami" e "Maschi contro femmine" era poi saltato fuori sui social.

Un modus operandi condiviso e riconoscibile - Gli abusi, di cui parlano una decina di aspiranti attrici, avvenivano tutti seguendo la medesima trafila: un provino in casa sua che poi si trasformava in ben altro. Dal massaggio alle palpate fino alla masturbazione esibita e - nel caso di una ragazza che non ha riuscito ad opporre resistenza - anche il rapporto con penetrazione. Fra le testimoni solo due non hanno voluto la protezione dell'anonimato: Clarissa Marchese, Miss Italia 2014, e la modella Alessandra Giulia Bassi. 

Oltre a testimoniare il ''disagio'' per le violenze subite, le attrici ascoltate dalle Iene spiegano perché non hanno denunciato prima l'accaduto: «Non ho avuto il coraggio di dirlo alla mia famiglia - rivela una di loro - l'ho detto solo a mia madre, ma ho pensato: se lui ci denuncia non abbiamo tutti questi soldi per pagare la causa». Un'altra: «Mi vergognavo come una ladra, avevo paura di non essere creduta''. Un'altra ancora: «Alcuni addetti ai lavori mi hanno consigliato di non fare azioni legali».

Dal canto suo il 48enne aveva negato le accuse, affidando la faccenda nelle mani dei suoi legali - minacciando quindi querela - e rinunciando in toto alle sue quote di partecipazione della sua società di produzione, ritirandosi di fatto dalla vita lavorativa.

L'autore del servizio: «Non vogliamo accanirci su uno solo» - L'autore dell'inchiesta del programma Mediaset, Dino Giarrusso, spiega che delle «decine di mail» arrivate poi in redazione da altre attrici pronte a vuotare il sacco, «una gran parte riguarda ancora una volta Brizzi».

«Non vogliamo accanirci su uno solo, non avrebbe senso, i personaggi coinvolti sono molti più di uno - premette l'autore - . Lui ha subito replicato, noi vogliamo credergli, ma il racconto di dieci attrici, che pure non si conoscono fra di loro, si somiglia in maniera impressionante».

Giarrusso sottolinea di aver provato a mettersi in contatto con Brizzi per offrirgli la possibilità di dire la sua: «Lo abbiamo cercato in ogni modo, al telefono, allo studio. Siamo pronti ad ascoltarlo in ogni momento, ma siamo pronti ad ascoltare anche tutte le altre ragazze che hanno subito molestie da qualsiasi regista o produttore di cinema o tv».

 

 

 

TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
7 ore
Italia, il decreto c'è: coprifuoco alle 23 da mercoledì
Ristoranti aperti a pranzo e cena anche all'interno dal 1° giugno. Nessuna data, invece, per le discoteche.
GERMANIA
12 ore
«Ai vaccinati con AstraZeneca siano date più libertà già dopo la prima dose»
A chiederlo sono i medici di famiglia tedeschi. L'obiettivo è che il vaccino non risulti sfavorito rispetto agli altri.
SPAGNA
14 ore
Trapianto di cuore da record su una bimba di 2 mesi
L'organo utilizzato era già in arresto, poi il battito è stato recuperato.
ITALIA
15 ore
Stop al vaccino italiano ReiThera: «Un fulmine a ciel sereno»
Non si può procedere a causa dei finanziamenti bloccati, la delusione dei ricercatori: «Non ce lo meritiamo»
FOTO
ISRAELE
17 ore
Crollo nella sinagoga, «l'evento era vietato»
L'edificio non era agibile, non essendo ancora completato
ITALIA
18 ore
L'Italia si prepara a salutare il coprifuoco
Palestre, ristoranti e centri commerciali: è una settimana vibrante per quanto riguarda le aperture
GINEVRA
19 ore
Lavorare più di 55 ore alla settimana aumenta il rischio di decesso
Incrementa la probabilità di incorrere in malattie cardiache. È quanto sostiene una ricerca dell'OMS pubblicata oggi.
Attualità
21 ore
Bill Gates rimosso da Microsoft perché aveva una relazione all'interno dell'azienda?
Il portavoce del fondatore ha confermato il rapporto, ma non la connessione con le dimissioni
STATI UNITI
23 ore
Ecco cosa vuol dire tornare a vivere senza mascherina
Negli Stati Uniti l'obbligo è sostanzialmente decaduto per i vaccinati: «Avevo dimenticato la sensazione che si prova!».
FRANCIA
1 gior
L'assassino delle Cévennes «è molto collaborativo»
Secondo gli inquirenti Valentin Marcone avrebbe premeditato il duplice delitto
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile