UCRAINA
25.10.17 - 13:490

12enne stuprata, ha un bimbo di un mese. Il padre si scoprirà in diretta tv

Ha sconvolto l'opinione pubblica un programma televisivo che ha spettacolarizzato la storia di una ragazzina abusata da quattro uomini. Allertata la polizia

BORISLAV - La menzogna, l'abuso e l'incesto: questi sono gli ingredienti di un reality show del canale privato ucraino Inter TV che ha fatto molto discutere. Per tre settimane il programma “Riguarda tutti noi” ha portato sotto i riflettori in diretta e senza filtri la storia di una famiglia di Borislav, una piccola cittadina del nord ovest del paese. Al centro della vicenda c’è Tanya, 12 anni, madre di un bambino di un mese.

La ragazzina ha raccontato di aver avuto rapporti con suo fratello, con il suo patrigno, con il suo fratellastro e con un vicino di casa, anche durante il periodo della gravidanza. Tutti e quattro verranno sottoposti al test del DNA… I risultati saranno comunicati in diretta tv.

I produttori hanno fatto appello a uno psichiatra, che è stato allarmato dallo stato di salute della giovane madre, «depressa e spaventata». Ma questo non è bastato per mettere in dubbio il programma o cancellare l’interrogatorio pubblico cui Tanya è stata sottoposta. «Sappiamo tutti quanto le persone sono crudeli. Ecco perché è importante sapere chi è il padre», ha spiegato il conduttore Andrey Danilevich.

Sul web, la trasmissione ha scatenato un acceso dibattito. Si sospetta che la madre di Tanya abbia preso dei soldi per concedere sua figlia. «È stata stuprata più volte. Perché deve soffrire ancora attraverso questa umiliazione pubblica?», si chiedono in rete.

Le autorità di sorveglianza dei canali ucraini hanno aperto una procedura contro l'Inter TV, accusata di aver violato la privacy di Tanya. Per quanto riguarda la polizia, sta cominciando ad interessarsi ai protagonisti dello spettacolo solo ora.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
4 ore
Genova "chiude tutto" per l'allerta maltempo
Porte chiuse per scuole, musei, parchi e giardini. Attese forti piogge, accompagnate da vento e una mareggiata
STATI UNITI
5 ore
Elezioni USA: la regia del Cremlino dietro le interferenze?
L'intelligenza statunitense parla di un'operazione di un anno attuata da Mosca per scaricare le sue colpe su Kiev
RUSSIA
6 ore
Un'arma che «non ha analoghi al mondo» avvolta nel mistero
Il Cremlino mantiene il massimo riserbo sull'attrezzatura che ha provocato l'incidente nucleare a Nyonoksa lo scorso mese d'agosto
FOCUS
9 ore
La femminilità mutilata
Sono tra 100 e 140 milioni le bambine e ragazze che, nel mondo, hanno subito una mutilazione genitale. Perchè accade? E dove accade? Tutto quello c'è da sapere su una pratica terribile
ITALIA
9 ore
Sbarco negato, il tribunale dà ragione a Salvini
L'inchiesta sulla decisione dell'ex ministro di vietare lo sbarco alla Alan Kurdi è stata archiviata
REGNO UNITO
12 ore
Tir della morte, in manette un altro irlandese del Nord
La polizia britannica ha arrestato un presunto basista coinvolto nella vicenda dei 39 migranti vietnamiti rinvenuti morti in un rimorchio-freezer
STATI UNITI
14 ore
La storia della buonanotte te la racconta Google
Nasce la piattaforma web su cui il genitore lontano può registrare la voce mentre legge un racconto che il bimbo potrà poi ascoltare
AUSTRIA
14 ore
Ruba 50mila euro di cioccolata
Il tir con il carico da 20 tonnellate è scomparso nel nulla
ITALIA
17 ore
«Sono pronta a guidare la commissione anti-odio»
Liliana Segre si dice stanca ma non vuole arrendersi nonostante gli insulti, la scorta e una vita completamente diversa
ITALIA
18 ore
Incendio in un sottotetto, due morti a Milano
Il rogo è divampato nella notte in zona Navigli. I pompieri hanno spento le fiamme e hanno trovato i corpi senza vita di un uomo di 29 e una donna di 27 anni. Una terza persona si è salvata
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile