Keystone
GERMANIA
21.10.17 - 19:590

Accoltellamento a Monaco, ferito anche un 12enne

Per arrestare l'aggressore è stato determinante l'identikit fornito dai presenti

MONACO - È sabato mattina, sono le 8.34, e Monaco di Baviera (D) rivive attimi di vera paura. Un uomo armato di coltello, probabilmente psicolabile, colpisce i passanti alla rinfusa e poi scappa. In bicicletta. I danni per fortuna sono contenuti e non è terrorismo. Ma otto persone restano ferite, sia pur lievemente, e fra loro c'è anche un bambino di 12 anni.

A pochi minuti dal fatto, qualcuno posta in rete l'identikit dell'aggressore: una pista decisiva per la polizia. Poche ore dopo, gli investigatori riescono a fermare il responsabile. Si deve attendere il primo pomeriggio, però, perché la polizia dia il cessato allarme, confermando di non avere dubbi sul fatto di aver arrestato la persona giusta, dopo il ritrovamento dell'arma. Ha 33 anni, è tedesco, "e non vi è alcun motivo di ritenere che sia stato spinto da motivazioni terroristiche o religiose". Più probabile la malattia psichica, viene spiegato.

Ad agevolare gli inquirenti, che hanno subito aperto una caccia all'uomo con ampio dispiegamento di forze e impiego di elicotteri per sorvolare fra l'altro la Rosenheimer Platz, cuore dell'azione, proprio al centro della città, l'identikit postato da un testimone sul web. Una volta divulgato, si cerca per qualche ora un uomo sulla quarantina, capelli chiari, figura corpulenta, con giacca verde e pantaloni grigi, uno zaino e un materassino arrotolato in sella alla sua bicicletta nera.

La descrizione aiuta le ricerche, e così gli agenti della Sek (unità commando speciale) riescono a intercettare il fuggiasco, e a prenderlo, disinnescando la minaccia, che aveva indotto a chiedere ai residenti di restare chiusi in casa. "Non c'è più pericolo", viene detto dopo le 14.00.

È ammirevole la reazione della città. È ancora fresca la memoria del killer seriale che seminò il panico a Monaco nel luglio 2016, sparando contro nove persone, per lo più migranti. E la Germania ha i nervi tesi per l'allarme terrorismo, sempre molto alto. Ma la reazione della cittadinanza è stata molto composta, la gente non si è lasciata prendere dal panico, come ha rilevato anche il capo della polizia, sottolineando che il contegno della gente è stato importante anche per agevolare il lavoro delle forze dell'ordine. Eppure i tedeschi sono ancora scottati dall'attentato al mercatino di Natale di Berlino, dove il 19 dicembre scorso, il tunisino Anis Amri ha travolto la folla con un camion, uccidendo dodici persone. Ma reagiscono col sangue freddo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora

New York intende bandire le e-cig aromatizzate

Andrew Cuomo ha annunciato che darà disposizioni in tal senso ai dirigenti sanitari visti i rischi per i giovani

FOTO
Politica
2 ore

L'abbraccio di Pontida a Salvini, tra momenti "caldi" e critiche

Decine di migliaia di militanti, stipati nel tradizionale pratone leghista, acclamano il loro leader, al primo vero test dopo l'uscita traumatica dal 'Palazzo'

MESSICO
2 ore

Orrore in Messico, almeno 44 cadaveri smembrati in un pozzo

Ilnumero è destinato a crescere. Prima di essere sotterrati i corpi sono stati fatti a pezzi e le autorità li hanno dovuti ricomporre

STATI UNITI
3 ore

Cambiamento climatico: per il 56% degli americani bisogna agire «subito»

Un sondaggio di CBS News rivela un'accresciuta sensibilità al tema: «Gli americani si stanno finalmente svegliando»

ARABIA SAUDITA
5 ore

Produzione di petrolio dimezzata: Riad userà le riserve

L'Arabia Saudita ha annunciato che compenserà così il taglio di 5,7 milioni di barili al giorno dovuto agli attacchi

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile