lettore 20minuten
+3
STATI UNITI
02.10.17 - 10:010
Aggiornamento : 03.10.17 - 08:03

«Costretti a stare seduti nel buio»

Il racconto di alcuni turisti svizzeri presenti sul luogo della sparatoria

LAS VEGAS - Ci sono anche diversi turisti svizzeri sul luogo in cui è avvenuta la sparatoria. Contattati, hanno raccontato le ultime ore. «Ci troviamo in vacanze a Las Vegas» dice Melanie che alloggia in un albergo proprio accanto al parco dove si svolgeva il Festival. «Dalla camera del nostro hotel abbiamo sentito i colpi di mitragliatrici. Sono durati per circa una ventina di minuti».

«A quel punto la polizia ci ha invitato a restare chiusi in hotel, a toglierci le scarpe e a chiudere a chiave la porta». Intanto gli elicotteri avevano iniziato a sorvolare la zona, mentre tutte le strade erano piene di poliziotti. Gli ospiti dell’hotel sono subito stati avvertiti di tenersi pronti per un’evacuazione. «Eravamo lì, seduto nel buio» ha raccontato la ragazza.

Anche Manuel M.si trova a Las Vegas insieme a tre amici. «Eravamo in fila per entrare in una festa nell’hotel Wynn, e all’improvviso non si riusciva più ad entrare» ha raccontato al telefono, mentre si sentivano ancora le sirene della polizia. «Il personale responsabile della sicurezza ha controllato tutti i clienti e il party è stato annullato, siamo tutti sotto shock».

Un altro lettore, Martin A. riferisce invece che tutti gli ingressi al suo hotel (il LinQ) sono bloccati (solo chi possiede la carta di una stanza può accedervi) e che le strade sono semideserte. «Le persone sono tutte molto scioccate», dice. Era appena tornato nella sua stanza al 18° piano quando il personale di sicurezza ha ordinato agli ospiti di non uscire. «Ci sentiamo al sicuro, ma è una sensazione molto spiacevole», conclude.

lettore 20minuten
Guarda tutte le 6 immagini
TOP NEWS Dal Mondo
GERMANIA
36 min
Lufthansa sempre più giù: persi altri 1,5 miliardi
Per un totale di 3,6 miliardi nella prima metà dell'anno e malgrado le misure di risparmio. A rischio 22'000 posti
FOTO
LIBANO
1 ora
Beirut dal cielo: prima e dopo l'esplosione
L'epicentro del disastro osservato dall'occhio del satellite. Ecco tutte le foto
VIDEO
LIBANO
2 ore
Beirut: l'esplosione investe la sala travaglio, ma il piccolo George sta bene
Il bimbo è nato un'ora e mezza dopo la deflagrazione che ha sconquassato la città: «La mamma era coperta di vetri».
INDIA
2 ore
Incendio nel reparto Covid, otto morti
I pompieri hanno tratto in salvo altri 40 ammalati
IRLANDA
2 ore
TikTok apre il suo primo centro di raccolta dati in Europa
Finora tutto - compresi video e messaggi - veniva archiviato negli Usa e in backup a Singapore
VIDEO
LIBANO
4 ore
Beirut, i morti sono almeno 137
Stanno arrivando in Libano i primi contingenti internazionali con aiuti, personale tecnico e medico
GIAPPONE
4 ore
Il ricordo del Giappone a 75 anni dalla bomba atomica
Cerimonia in forma ridotta causa Covid-19, ma non mancano gli hibakusha, i sopravvissuti al disastro
STATI UNITI
4 ore
Prestiti a Trump, Deutsche Bank nel mirino della procura di New York
L'azione verso la banca, volta a raccogliere carte e documenti, risale allo scorso anno ma la notizia è trapelata ora
STATI UNITI
6 ore
Arrestati per la festa alcolica sulla nave da crociera a New York
Il governatore Cuomo ha definito l'episodio «davvero spericolato, irresponsabile e illegale»
STATI UNITI
12 ore
Lavorare da casa? «Si lavora di più»
Lo sostiene uno studio americano, secondo il quale in media si lavora 48,5 minuti in più rispetto che in ufficio
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile