ITALIA
07.09.17 - 11:210
Aggiornamento : 15.04.18 - 09:27

Riciclaggio, arrestato il presunto mandante dell'omicidio Molteni

MILANO - Gli arresti eseguiti dai militari della Guardia di Finanza di Como per riciclaggio sono connessi al riciclaggio di somme di denaro provenienti da una evasione tributaria attribuibile ad una cliente di Alberto Brivio, il commercialista a processo con l'amante Daniela Rho per l'omicidio dell'architetto Alfio Molteni, ucciso nell' ottobre del 2015, secondo l'accusa su mandato della coppia.

Brivio, già in carcere per il delitto, è stato arrestato anche per il reato di emissione di fatture a fronte di operazioni inesistenti. L'indagine ha sgominato - spiegano gli inquirenti - un'associazione per delinquere transnazionale che operava, oltre che in Italia, in Austria, Lussemburgo, Malta, Regno Unito e che faceva riferimento alla società M.g.A. Consulting Gmbh, la quale, tramite la Fruit M.C.G. SA, società di diritto lussemburghese, e quella di diritto austriaco M.g.A. Consulting Gmbh, senza autorizzazione da parte di Banca d'Italia e Consob, raccoglieva denaro in Italia, in parte proveniente dall'evasione tributaria, con la sottoscrizione di almeno 144 contratti di investimento per oltre 5 milioni di euro.

Agli arrestati faceva riferimento la gestione di una rete finanziaria, con la piattaforma ASAP Vip, Club sulla quale erano confluiti oltre un milione di euro profitto di reato. Le provvigioni spettanti ai cinque, agenti e promotori finanziari della M.g.A. Consulting Gmbh oscillavano tra il 15% ed il 25% netto delle somme investite dai clienti.

Quattro degli indagati, l'austriaco Gunter Kaindl, nonché Massimo Seghedoni, Davide Anselmo Levi e Manuela Taglini sono anche accusati di riciclaggio di somme di una cliente di Brivio.

Brivio, con Kaindl, nel 2014 aveva costituito la società di diritto austriaco HBYP Gmhb, con sede formale a Vienna ma con sede effettiva nello studio di cui il commercialista è socio al 50% per emettere fatture per operazioni inesistenti. L'uomo, in carcere dalla scorsa estate, è accusato anche del riciclaggio di 270.000 euro ricevuti dalla Rho Armando & C tramite appunto Daniela Rho, sua amante ed ex moglie dell'architetto ucciso. Molteni, secondo l'accusa, fu ucciso da alcuni sicari che avevano il compito si gambizzarlo su mandato della donna la quale voleva a tutti i costi che fosse tolto all'architetto l'affidamento delle sue figlie minori.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
3 ore
«Bill Clinton era sull'isola privata di Epstein»
Lo afferma, in una docuserie che uscirà domani su Netflix, un dipendente del tycoon morto nel 2019
CANADA
4 ore
«La pandemia? È un ottimo momento per costruire un oleodotto»
Una ministra canadese non ha nascosto la propria soddisfazione per l'impossibilità di organizzare proteste.
STATI UNITI
5 ore
Troppe auto con le chiavi all'interno, e i furti s'impennano
Solo a New York questo tipo di reato è aumentato del 63%. Le forze dell'ordine ricordano di chiudere i veicoli
REGNO UNITO
5 ore
Crisi coronavirus: HSBC taglia oltre 35'000 posti di lavoro
Il piano di ristrutturazione del gruppo bancario potrebbe aumentare ancor di più il numero di licenziamenti
ITALIA
7 ore
Un guarito dal Covid-19 ogni tre avrà problemi respiratori cronici
Perché nei casi più gravi il virus può lasciare cicatrici sul polmone e danni irreversibili
ECUADOR
8 ore
Proteste e scontri violenti contro le misure del Governo
Sono migliaia le persone scese in piazza per manifestare contro le decisioni di Lenin Moreno
STATI UNITI
11 ore
LATAM Airlines: si spengono le luci in cabina
Si tratta della seconda compagnia aerea a presentare istanza di fallimento nel mese di maggio
AUSTRALIA
11 ore
Il fumo, il killer nascosto degli incendi boschivi
Il terribile impatto sulla salute causato dall'inalazione dei fumi ha toccato migliaia di persone
BANGLADESH / SVIZZERA
14 ore
«In molti in Svizzera si preoccupano per quelle operaie»
In Bangladesh, la pandemia ha evidenziato le pecche di un'industria dell'abbigliamento malata: «Dev'esserci una svolta».
MONDO
19 ore
La sanità scrive al G20
40 milioni di persone uniti in una lettera, la più grande mobilitazione della comunità sanitaria degli ultimi 5 anni.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile