Foto diffusa dalla polizia / Twitter
+ 9
SPAGNA
20.08.17 - 10:390
Aggiornamento : 12:56

È ancora caccia all’uomo: il "leader" 22enne non si trova

Younes Abouyaaqoub potrebbe avere passato la frontiera. Sua madre lancia l’appello: «Consegnati». A Barcellona la messa per le vittime

BARCELLONA - È ancora caccia all’uomo in Spagna, dove le autorità cercano senza sosta Younes Abouyaaqoub. Il 22enne è considerato l’ultimo potenziale componente del commando terroristico che ha colpito giovedì pomeriggio la rambla di Barcellona.

Abouyaaqoub sarebbe il leader del gruppo radicalizzato: sarebbe stato lui a indottrinare le menti dei giovani marocchini che hanno colpito Barcellona, che negli ultimi mesi trascorrevano molto tempo insieme.

Secondo i media locali, la polizia spagnola non esclude che l’uomo si sia rifugiato in Francia. Alla base ci sarebbe la segnalazione relativa al passaggio della frontiera di un mini-van Renault Kangoo, il terzo mezzo noleggiato dai terroristi assieme ai due furgoni.

La madre del 22enne gli ha rivolto un appello: «Si deve costituire, non voglio che uccida altri. L’Islam non dice di fare questo». La donna lo ha dichiarato durante una manifestazione della comunità islamica di Ripoll.

“Missa per la Pau” - Nel frattempo a Barcellona si commemorano le vittime degli attentati. Questa mattina, a partire dalle 10, è stata celebrata la “Missa per la Pau” davanti a migliaia di persone.

Re Felipe VI e la regina Letizia sono usciti dalla basilica, che secondo la stampa spagnola era il primo obiettivo dei terroristi. Alla cerimonia religiosa hanno partecipato fra gli altri il premier spagnolo Mariano Rajoy, il presidente catalano Carles Puigdemont e il presidente e il premier del Portogallo Marcelo Rebelo de Sousa e Antonio Costa.

La Sagrada Familia, capolavoro incompiuto di Gaudì, è stata citata dai media come uno dei possibili obiettivi del commando terrorista che ha colpito la Rambla con un furgone lanciato a tutta velocità.

Vasta oeprazione al nord-est - Decine e decine di posti di blocco sono stati innalzati nel nord-est della Catalogna, in una gigantesca caccia all'uomo per rintracciare Younes Abouyaaquou, il marocchino di 22 anni, sospettato di essere il guidatore del furgone killer che giovedì scorso è piombato sulla Rambla di Barcellona, uccidendo 14 persone e ferendone oltre 120. Le ricerche si concentrano attorno alle cittadine di Ripoll, da cui provenivano i membri della cellula terroristica, e di Manlleu.

L'imam in Belgio - Al centro delle indagini c'è ora l'imam di Ripoll Abdelbaqi Es Sattii, 45 anni, sospettato di essere stato il leader della cellula terroristica. La polizia ritiene che il religioso marocchino potrebbe essere uno dei tre terroristi uccisi nell'esplosione del covo della cellula mercoledì notte a Alcanar. Un quarto uomo, ferito nell'esplosione che ha distrutto le riserve di esplosivi della cellula e costretto i jihadisti a cambiare piani improvvisando gli attacchi della Rambla e di Cambrils, è stato arrestato.

L'imam era uscito nel 2012 dal carcere di Castellon dopo avere scontato una condanna a 4 anni per traffico di droga. Nella prigione avrebbe avuto contatti con terroristi jihadisti condannati per le stragi dei treni del 2004 a Madrid. Es Sattii, da due anni imam di Ripoll, aveva fatto alcuni viaggi in Belgio, forse per contatti con esponenti jihadisti.

Keystone - Missa per la Pau
Guarda tutte le 13 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
2 ore

Furto del gabinetto d'oro di Cattelan, fermate altre tre persone

L'opera non è ancora stata ritrovata. Faceva parte di una mostra ospitata dal Blenheim Palace a Woodstock

FOTO E VIDEO
STATI UNITI
4 ore

Troppo stanco per proseguire: salvato cane da 86 chili

Con il suo padrone aveva affrontato un sentiero sul Grandeur Peak. Sono stati riportati in pianura prima che facesse troppo freddo

PAESI BASSI
5 ore

Chiusi in cantina per nove anni, i vicini: «Non ne avevamo idea»

I residenti di Ruinerwold si interrogano sull'assurda scoperta. Anche chi aveva sospetti pensava al massimo al traffico di droga

ITALIA
6 ore

Bus contro un albero a Roma: 29 feriti, nove sono gravi

Non è ancora stata chiarita la dinamica dell’incidente

GERMANIA
8 ore

Due morti sospette a Haldensleben

Si tratta di due dipendenti del corriere tedesco Hermes, deceduti a distanza di poche ore sul posto di lavoro

SPAGNA
10 ore

Catalogna: un'altra notte di scontri, decine di feriti e arresti

Non si è placata la rabbia catalana per le condanne dai 9 a 13 anni di carcere di 12 leader separatisti

STATI UNITI
12 ore

Finiscono per sbaglio negli Stati Uniti in auto: famiglia britannica arrestata

Stavano facendo una gita a Vancouver, in Canada, e hanno sconfinato senza accorgersene

TURCHIA
21 ore

Nazionali turchi e saluto militare: quando la politica irrompe nello sport

I calciatori hanno scatenato un'ondata di polemiche, ma non tutti gli sportivi d'élite turchi stanno con Erdogan

PAESI BASSI
22 ore

Chiusi in cantina da 9 anni, aspettavano la fine del mondo

Alcuni dei figli non sapevano nemmeno che il mondo fosse abitato da altre persone

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile