Fotolia
ITALIA
11.04.17 - 06:000
Aggiornamento : 08:14

Multata per la messa in piega: la Guardia di Finanza fa marcia indietro

Revocata la sanzione contro la parrucchiera di Oggiono "colpevole" di non aver battuto lo scontrino nel suo stesso negozio

LECCO - Il caso fece scalpore: il 5 aprile scorso una pattuglia della Compagnia di Lecco ha redatto un verbale nei confronti di una parrucchiera di Oggiono per non aver emesso la ricevuta fiscale dopo una prestazione di messa in piega a lei effettuata da una sua collaboratrice. 

Il caso fu preso a modello delle assurdità della burocrazia italiana e sollevò un'ondata d'indignazione e di solidarietà nei confronti dell'esercente. Oggi la Guardia di Finanza di Lecco ha fatto marcia indietro: «A seguito del normale controllo e revisione delle attività di servizio effettuate, prassi che contraddistingue il Corpo in un rapporto di cooperazione e trasparenza con il contribuente» si legge nel comunicato stampa «il Comandante del Reparto ha revisionato il verbale e, in data odierna, dopo aver convocato la parte, ha proceduto ad annullare il processo verbale di constatazione in autotutela per una inesatta
interpretazione della norma tributaria da parte della pattuglia operante».

Dopo aver valutato la questione nel dettaglio, «è emerso che, pur trattandosi di un caso di autoconsumo, la prestazione resa alla parrucchiera dalla sua assistente, di valore inferiore a euro 50,00, per uso personale e senza il pagamento del corrispettivo, avrebbe dovuto essere considerata esclusa dall’IVA e, quindi, anche dall’obbligo del rilascio della ricevuta fiscale».

Per la Guardia di Finanza lecchese, quindi, l'errore è stato sanato e il caso è chiuso. «Consapevole della centralità del rapporto di fiducia tra fisco e contribuente, questo Comando proseguirà sulla strada del dialogo costruttivo con il cittadino, a tutela dell’economia legale».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
GIORDANIA
1 ora
Marito acceca la moglie: proteste ad Amman
I manifestanti invocano leggi molto più severe nei casi di violenze domestiche
FRANCIA
1 ora
Chirurgo accusato di pedofilia: 250 le vittime potenziali
L'ex medico, 68 anni, ha esercitato la sua professione in diverse regioni della Francia fra il 1989 e il 2017
EMIRATI ARABI UNITI
2 ore
Etihad: eco-partnership con Boeing
Un Boeing 787 Dreamliner sarà utilizzato per testare prodotti, procedure e iniziative progettate per ridurre le emissioni di Co2 degli aerei
FOTO
FRANCIA
3 ore
Crolla ponte in Francia: morta una 15enne
Almeno sei i feriti. Imprecisato il numero dei dispersi. La struttura è collassata al passaggio di un camion il cui peso sarebbe stato superiore al limite consentito
CINA
3 ore
Hong Kong: scontri durissimi e decine di arresti vicino al Politecnico
La tregua raggiunta tra manifestanti e polizia è stata rotta nella notte. Intanto, il divieto per i dimostranti di indossare maschere è stato giudicato incostituzionale
FOTO
STATI UNITI
4 ore
Entrano in giardino e aprono il fuoco, è strage a un party californiano
I killer hanno sparato a un gruppo di persone che stava guardando una partita di football alla televisione ieri sera a Fresno. Il bilancio è di quattro morti e sei feriti
FOTO
AUSTRALIA
5 ore
Ancora fiamme, 500 case distrutte e 4 morti
L'area bruciata in New South Wales si estende per più di un milione e 650mila ettari. Nei prossimi giorni sono previste temperature fino a 40 gradi e raffiche di vento
STATI UNITI
6 ore
Due professori di chimica arrestati: producevano metanfetamine
Come in Breaking Bad sfruttavano le loro conoscenze settoriali, ma non avevano fatto i conti con l'odore sgradevole dei composti
BELGIO
13 ore
In rosso sul conto di 100 miliardi di euro
Lo ha scoperto un imprenditore quando si è visto respingere il bancomat mentre cercava di acquistare un sandwich
STATI UNITI
16 ore
Trump fa un check-up non previsto: «Sta benissimo»
La Casa Bianca corre ai ripari dopo che il presidente americano ha annunciato di essersi fatto visitare, ancorché con esiti «grandiosi»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile