Keystone
REGNO UNITO
22.03.17 - 19:470

«Una persona sembrava morta, un'altra perdeva sangue dalla testa»

I testimoni raccontano i terribili momenti vissuti durante l'attacco di oggi a Londra

LONDRA - Il frastuono degli spari che si mescola a quello delle urla di terrore. Persone stese a terra, insanguinate. Ambulanze, poliziotti armati, caos. La scena raccontata dai testimoni oculari dell'attacco al parlamento di Londra è tragicamente simile a quelle descritte da chi ha vissuto, ed è sopravvissuto, agli attentati di Berlino, Nizza e Bruxelles.

«Stavamo camminando verso la fermata delle metropolitana e abbiamo sentito un rumore fortissimo, poi abbiamo visto un uomo a bordo di una macchina che travolgeva dei passanti», ha raccontato Rick Longley che si trovava sul Westminster bridge al passaggio dell'attentatore. «Un uomo con in mano un coltello mi è passato accanto e poi ha cominciato ad attaccare un poliziotto», ha aggiunto. «Non ho mai visto niente del genere, non ci posso ancora credere».

Anche l'ex ministro degli Esteri polacco Radek Sikorski si trovava sul ponte ma a bordo di un taxi. «Ho sentito un rumore simile a un'automobile che colpisce una lastra di metallo», ha raccontato spiegando di aver visto diversi feriti sul marciapiede e sulla strada: «Una persona sembrava morta, un'altra perdeva sangue dalla testa».

L'ex ministro polacco è riuscito a riprendere la scena con il suo telefonino e ha postato il video sul suo account Twitter. «Ho visto almeno cinque feriti gravi», ha detto ancora raccontando di aver sentito le ambulanze arrivare nel giro di «due, tre minuti».

Sono arrivati subito i soccorritori sul frequentatissimo ponte ma c'erano anche persone comuni che si aiutavano a vicenda. Tanti testimoni hanno raccontato di aver visto feriti aiutati da chi non era stato colpito dall'auto impazzita. «E' stato terribile», ha confessato una studentessa americana che ha visto una donna stesa a terra, coperta da un lenzuolo.

Dopo il ponte, l'attentatore si è diretto in macchina verso Westminster ed è riuscito ad entrare nel cortile antistante l'ingresso dove ogni giorno passano centinaia di turisti. Uno dei visitatori, Michelle Langham, ha visto la scioccante aggressione del poliziotto che poi è morto per le coltellate ricevute. «Lo abbiamo visto cadere a terra. E' accaduto tutto molto velocemente. Si sentivano urla, le persone correvano verso il bar, c'erano tanti bambini di scuole elementari in visita, sono stati bravissimi. Loro, gli insegnanti, sono rimasti tutti molto calmi».

Un altro testimone nel cortile di Westminster è riuscito a vedere l'attentatore. «Un uomo tarchiato, vestito di nero. Aveva qualcosa in mano, sembrava un bastone», ha raccontato Quentin Letts, che dopo aver assistito all'aggressione dell'agente ha visto «due uomini in borghese armati di pistola che hanno prima intimato all'assalitore di fermarsi poi gli hanno sparato due o tre colpi».

«Non mi sembrava vero», ha commentato il ministro per la Brexit David Davis, che si trovava all'interno di Westminster al momento dell'attentato. «Ho sentito gli spari e con le altre persone ci siamo buttati a terra».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
COREA DEL SUD
11 min
Aumento dei contagi, richiudono le scuole
Gli studenti erano tornati nelle classi solamente una settimana fa
CINA
1 ora
Volkswagen investe nell'elettrico
Per il momento, il colosso automobilistico punta sul mercato cinese
STATI UNITI
2 ore
Terza notte di scontri a Minneapolis, colpito anche il commissariato
Un corteo ha marciato per le vie della città, urlando slogan contro la polizia e il presidente americano
VIDEO
AUSTRALIA
4 ore
Ash, il primo koala nato nel parco dopo gli incendi
I guardiani hanno deciso di dargli un nome simbolico, che richiama la tragedia che ha colpito per mesi il Paese
UNIVERSO
10 ore
Un pianeta abitabile a soli quattro anni luce di distanza?
Un team internazionale di ricercatori indaga sull'abitabilità di Proxima b
HONG KONG
11 ore
Si alza l'ombra della Cina: l'inferno torna a Hong Kong
Le leggi al vaglio minano i diritti civili e le libertà del popolo di Hong Kong, l'allarme di Amnesty International
FRANCIA
12 ore
Saltano 15mila posti di lavoro da Renault
Il costruttore spera di gestire i tagli attraverso le uscite volontarie, misure di mobilità interna e riqualificazione
VENEZUELA / USA
14 ore
Band venezuelane finanziate dagli Usa per «promuovere la libertà d'espressione»
L'idea era quella di destabilizzare il governo Chavez nel 2011. La stessa tattica è stata attuata anche a Cuba
FRANCIA
15 ore
«Favorevoli a riaprire i confini interni europei il 15 giugno»
Il Governo francese ha presentato oggi la prossima fase di riapertura del Paese
NUOVA ZELANDA
16 ore
L'89% dei neozelandesi vuole continuare a lavorare da casa
Lo indica uno studio dell'Università di Otago: il 73% sostiene di essere stato "ugualmente o più produttivo"
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile