Fotolia, archivio
INDIA
06.10.16 - 07:200

Si spacciavano per funzionari del fisco negli Usa, 70 arresti in un call center a Mumbai

Sarebbero state appurato estorsioni per almeno 67 milioni di euro. «Potrebbe essere la punta di un iceberg»

NEW DELHI - La polizia indiana ha arrestato 70 dipendenti di un call center di Mumbai coinvolti in una truffa ai danni di ignari contribuenti negli Stati Uniti, con i quali si spacciavano da funzionari del fisco americano.

Lo riferisce oggi il quotidiano The Times of India, secondo cui una prima verifica avrebbe appurato estorsioni per almeno 67 milioni di euro.

In pratica, scrive il giornale, gli agenti hanno scoperto che l'organizzazione disponeva di tre call center - Hari Om IT Park, Universal Outsourcing Services and Oswal House - attraverso cui giornalmente si appropriava di somme fra 130.000 e 200.000 euro.

La strategia era semplice: l'operatore telefonava al contribuente declinando (false) generalità e il suo numero di licenza operativa, quindi annunciava che l'Agenzia delle Entrate aveva rilevato "gravi irregolarità fiscali" che potevano portare a pesanti multe e perfino all'arresto. Subito dopo veniva fatta una proposta di accordo "per evitare il peggio", con la richiesta del versamento via bonifico online di somme fra 500 e 3.000 dollari, a cui molti accedevano.

La polizia ricerca i proprietari dei call center che sono latitanti. Sull'operazione il commissario di Thane, Param Bir Singh, ha assicurato che «potrebbe essere la punta di un iceberg perché oltre che negli Usa, la truffa potrebbe aver riguardato anche cittadini britannici e australiani».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Dal Mondo
BIELORUSSIA
31 min
Un morto e dozzine di feriti negli scontri dopo il voto
Secondo i dati preliminari, il presidente in carica Alexander Lukashenko avrebbe vinto con l'80% dei consensi.
GERMANIA
3 ore
Ridurre l'imposta di culto per tamponare l'emorragia di giovani fedeli?
La proposta arriva dal presidente delle Chiese evangeliche tedesche. Sia cattolici sia evangelici, però, sono scettici.
BIELORUSSIA
14 ore
Exit poll: Lukashenko vicino all'80%
Seggi chiusi e alta tensione nella capitale bielorussa. La polizia ha chiuso piazza dell'Indipendenza
LIBANO
18 ore
A Beirut servono subito 66 milioni di dollari
La cifra servirà a sostenere nell'immediato le strutture sanitarie e i rifugi d'emergenza
FOTO
MAURITIUS
20 ore
Assistenza da Tokyo per la "marea nera"
La petroliera, lunga 300 metri, si è incagliata il 25 luglio. Il 6 agosto ha iniziato a perdere carburante
BIELORUSSIA
23 ore
Bielorussia al voto: si teme per la sicurezza della rivale di Lukashenko
Svetlana Tikhanovskaya non ha trascorso la notte nel proprio appartamento. Fermati diversi suoi collaboratori.
STATI UNITI
23 ore
Crisi? Buffett ha guadagnato 26 miliardi
L'oracolo di Omaha ha aumentato di non poco il patrimonio negli ultimi mesi. Grazie ad Apple, e nonostante il Covid
STATI UNITI
1 gior
Gli USA sforano i 5 milioni di casi e Trump vara nuovi aiuti per l'emergenza Covid
Che sta già diventando uno strumento per fare campagna elettorale: «Se sarò rieletto, tagli alle tasse permanenti»
FOTO
LIBANO
1 gior
730 feriti per le proteste a Beirut, morto anche un agente
La rabbia contro l'establishment dopo lo scoppio ha portato a un sabato di violenze
REPUBBLICA CECA
1 gior
A fuoco il condominio, muoiono 11 persone
Tra le vittime anche tre bambini. Alcuni per sfuggire alle fiamme si sono lanciati dalla finestra
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile