GIAPPONE
03.06.16 - 08:030
Aggiornamento : 10:08

Ritrovato Yamato, il piccolo giapponese abbandonato nel bosco sta bene

Il bambino si era rifugiato in una baracca militare dopo essere stato lasciato solo dai genitori per punizione

HAKODATE - Era stato lasciato da solo in un bosco per punizione, il bambino giapponese di sette anni del quale da circa una settimana non si avevano più notizie. Era stato impiegato un dispositivo di forze importante alla ricerca del piccolo, ma le speranze incominciavano a vacillare. La sorte del piccolo era sotto i riflettori di tutto il mondo. La buona notizia è giunta nelle ultime ore: Yamato sta bene.

Il ritrovamento - Il bambino era in una baracca dell’esercito militare giapponese, distante sette chilometri dal luogo dove aveva visto per l’ultima volta i genitori. Al militare che lo ha trovato - all’una di notte ora svizzera - ha spiegato che ha camminato per le montagne prima di trovare il rifugio. Il piccolo aveva fame, gli sono stati dati subito pane, polpette di riso e acqua. Solo qualche graffio e una leggera disidratazione per lui.

Le scuse - Il padre del bambino ha chiesto pubblicamente scusa, il 28 maggio aveva abbandonato il piccolo Yamato sull’isola di Hokkaido, senza ritrovarlo quando era tornato a prenderlo. Il bambino è stato ricoverato all'ospedale di Hakodate per i dovuti controlli.

«Il mio atto eccessivo ha costretto mio figlio ad avere un tempo doloroso - ha detto Takayuki Tanooka alla stampa davanti all'ospedale di Hakodate, dove il figlio Yamato è stato ricoverato per controlli -. Mi scuso profondamente con le persone della sua scuola, con le persone delle operazioni di ricerca, e con tutti quanti per aver creato problemi».

Possibile negligenza - L’uomo ha dichiarato di aver cresciuto suo figlio con amore e checosìfarà anche in futuro. I genitori, che potrebbe essere indagati per negligenza, inizialmente avevano detto che si era perso mentre raccoglievano verdure selvatiche. In seguito avevano ammesso di averlo abbandonato per punizione, perché aveva lanciato pietre ad auto e persone. Quando erano tornati a prenderlo, non lo avevano più trovato. Il bambino non aveva acqua né cibo. La foresta è popolata di orsi e in questi giorni era stata investita da forti piogge, con temperature scese fino a 7 gradi.

TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile