SIRIA
23.03.16 - 10:150

Siria: 326 civili uccisi dall'inizio della tregua

DAMASCO - Nonostante il cessate il fuoco, in Siria i civili continuano a morire. Dall'entrata in vigore della tregua, il 27 febbraio, 326 persone, di cui 73 bambini e ragazzi minorenni, sono stati uccisi nei combattimenti, secondo quanto riferisce l'Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus). I civili uccisi solo nelle aree interessate alla tregua sono 148, di cui 34 minorenni.

Sono invece 178, di cui 39 minorenni, i civili uccisi in combattimenti e bombardamenti in regioni non coperte dalla tregua, perché vi sono presenti l'Isis e il Fronte al Nusra, la branca siriana di Al Qaida. Secondo il bilancio dell'Ondus, i morti dall'inizio della tregua, comprendendo i combattenti di tutte le parti, sono stati 530 nelle regioni interessate alla cessazione delle ostilità e 1'279 in quelle non interessate.

L'ong ha aggiunto di aver potuto documentare nello stesso periodo la morte di 10 civili, tra i quali 7 minorenni, a causa degli stenti e della mancanza di cure mediche in aree assediate da forze lealiste nella provincia di Damasco, tra cui la cittadina di Madaya.

TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile