ITALIA
24.12.15 - 13:180

Natale dietro le sbarre per una nonnina di 83 anni

La vecchina pusher non torna a casa nonostante i cari problemi di salute

CAGLIARI - Il prossimo 8 marzo compirà 83 anni. È la detenuta più anziana d'Italia, ma trascorrerà Natale e Santo Stefano, giorno del suo onomastico, dietro le sbarre. "Stefanina Malu, la nonnina della Casa circondariale di Cagliari-Uta, resterà in carcere. Nonostante le condizioni di salute precarie e l'età avanzata, la donna si è vista respingere l'istanza per ottenere gli arresti domiciliari. Una scelta certamente meditata ma che in considerazione dell'età lascia perplessi", ha dichiarato Maria Grazia Caligaris, presidente dell'associazione "Socialismo Diritti Riforme", avendo appreso che "la donna ha recentemente manifestato problemi respiratori e cardiologici".

"In particolare nelle ultime settimane, Stefanina Malu è apparsa - ha aggiunto Caligaris - depressa e confusa. Durante i colloqui con i volontari ha manifestato mancanza di memoria e una viva preoccupazione per la sua salute. Le sue condizioni sono monitorate dai medici ma non lasciano indifferenti le agenti della Polizia penitenziaria che mostrano nei suoi riguardi una particolare attenzione. Affetta da numerosi gravi disturbi, aveva ottenuto per le condizioni di salute il differimento della pena nel 2009".

"Era stata nuovamente - ha spiegato ancora Caligaris - condotta in carcere nel giugno 2012 perché le sue condizioni di salute erano risultate discrete a una visita di controllo. Poi era tornata a casa anche per poter accudire il figlio non autosufficiente, poi deceduto. Durante i domiciliari, però, non avrebbe tenuto un comportamento corretto e ciò ha comportato il suo ritorno dietro le sbarre. Forse un ricovero in una Residenza sanitaria potrebbe ridurre i disagi consentendo all'anziana donna una condizione più idonea ai suoi problemi".

TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
20 min
New York Times: il web supera la carta
Non era mai successo: i profitti dell'edizione digitale superano quelli della versione cartacea
LIBANO
2 ore
Da "Svizzera del Medio Oriente" a "Nuovo Afghanistan"
Dopo i fasti degli anni '70, il Libano è diventato un Stato al collasso.
FOTO
LIBANO
3 ore
L'avviso sei mesi fa: «Potrebbe esplodere tutto»
Le indagini sul disastro avvenuto nella capitale libanese indicano per ora la negligenza quale causa principale
GERMANIA
4 ore
Una stretta agli spot del "junk food"
I Verdi tedeschi chiedono una limitazione delle pubblicità: dovrebbero essere ammesse solo alla sera
GERMANIA
4 ore
In volo con le ossa del marito in valigia
La donna è stata fermata lunedì all'aeroporto di Monaco. Il trasporto però era in regola
MONDO
6 ore
Google Play Music chiuderà i battenti a ottobre
Gli utenti avranno tempo fino a dicembre per trasferire le proprie librerie musicali su YouTube Music o altrove
LIBANO
6 ore
«Da solo il Libano non ce la fa, distruzione e desolazione ovunque»
Bechara Boutros Raï invoca l'aiuto del mondo. Il Paese è già piegato: «Vi abbiamo regalato l'alfabeto».
LIBANO
8 ore
«Non c'era solo nitrato di ammonio»
La Ue attiva la protezione civile, Macron domani sarà in Libano
ITALIA
8 ore
Ryanair «viola le norme anti Covid-19»
Se la compagnia non porrà rimedio Enac imporrà «la sospensione di ogni attività di trasporto negli scali nazionali»
FOTO
LIBANO
10 ore
Beirut, un pericolo noto da oltre 6 anni
Il carico che ha alimentato la devastante esplosione si trovava nell'hangar dal settembre del 2013
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile