STATI UNITI
30.11.14 - 09:080
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Ferguson, le dimissioni dell'agente Wilson sono ufficiali

"Potrei mettere a rischio la polizia e i residenti di Ferguson"

WASHINGTON - L'agente Derrel Wilson getta la spugna: cinque giorni dopo che il Gran giurì ha stabilito che non deve essere processato per l'uccisione del diciottenne afroamericano Michael Brown, ha presentato una formale lettera di dimissioni dalla polizia di Ferguson. "Non voglio che qualcuno si faccia male a causa mia", ha detto.

Una decisione accolta subito con favore da molti dei manifestanti che volevano vedere l'agente Wilson punito, ma giudicata invece come insufficiente da molti altri.

Wilson "è in ritardo, di 112 giorni", ha affermato una manifestante di Ferguson, Monica Chambers, citata dalla Cnn, secondo la quale l'agente "doveva dimettersi sin dal primo giorno", il 9 agosto, quando ha ucciso Michael Brown. Altri sono invece meno duri. Le sue dimissioni "non solo erano una delle richieste di coloro che protestano, ma rappresentano anche uno dei necessari passi in avanti verso la ricostruzione delle forze di sicurezza a Ferguson", ha detto al New York Times Adolphus Pruitt, della Naacp, la maggiore associazione per la difesa dei diritti degli afroamericani. E la Naccp ha peraltro organizzato anche una marcia di protesta "per la giustizia". Un gruppo di manifestanti sono partiti da Ferguson per raggiungere a piedi la residenza del governatore del Missouri, Jefferson City, la capitale dello stato, distante circa 200 km. Si ispirano alle marce per i diritti civili promosse da Martin Luther King nel 1965.

Ma decidere di dare le dimissioni è stato difficile per l'agente Wilson, che ha 28 anni. "Mi dimetto per mia libera scelta", ma "è stata la cosa più dura che abbia mai dovuto fare", ha affermato in una intervista telefonica al St. Louis Post-Dispatch, che ha pubblicato anche il testo della lettera alla polizia in cui Wilson ha scritto di di sperare che le sue dimissioni consentiranno alla comunità di riprendersi.

"Mi è stato detto che la continuazione del mio impiego potrebbe mettere a rischio i residenti e gli agenti di polizia della città di Ferguson, e questa è qualcosa che non posso permettere", ha scritto Wilson nella lettera. "Per ovvi motivi - precisa poi nel testo - ho voluto aspettare fino a dopo la decisione del Grand giurì prima di prendere ufficialmente la decisione di dimettermi". Una decisione presa dunque per motivi di sicurezza. Del resto, già aveva avuto minacce di morte, ha detto alla Cnn il suo avvocato, Neil Bruntrager. Un giorno ha avuto una telefonata in cui lo si avvisava che il suo indirizzo girava su internet. "Ha letteralmente lasciato il prato di casa sua falciato a metà. Si è dovuto nascondere, perché ci sono minacce di morte, ci sono taglie sulla sua testa", ha detto l'avvocato.

Secondo alcune fonti, le trattative per arrivare alle dimissioni sono andate avanti per settimane, mentre Wilson afferma di non aver avuto alcuna liquidazione dalla polizia di Ferguson, in cui lavorava da sei anni. Ma frattanto, scrive la Cnn, è riuscito anche a sposarsi, il 24 ottobre, con una collega della polizia di Ferguson, Barbara Lynn Spradling, di 24 anni.

ats

 

TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
35 min
Valanghe, morte due guide
Due distinti incidenti hanno avuto esito letale
CINA
2 ore
Il 74% dei giovani fa acquisti di notte
Lo rivela un recente sondaggio del quotidiano China Youth Daily
SPAGNA
3 ore
Cop25 fallita, Greta: «La scienza è stata ignorata»
Anche il segretario generale dell'Onu ha espresso «delusione» per l'esito della conferenza sul clima. Il WWF: «I Paesi ricchi si sono sottratti alle loro responsabilità»
FILIPPINE
5 ore
Terremoto: una vittima confermata, è una bimba
La piccola è morta nella cittadina di Matanao a causa del crollo della sua abitazione
FOTO
FILIPPINE
10 ore
Terremoto nelle Filippine: i morti sono almeno 4
Dei quali un bimbo, diversi i crolli e molto panico fra la popolazione. Il bilancio è ancora in corso ed è destinato ad aggravarsi
ARGENTINA
11 ore
Buenos Aires, rapinato e ucciso davanti ad un hotel a cinque stelle
La vittima è un turista britannico. Anche il figlio è stato colpito ad una gamba e si trova ora in ospedale
NUOVA ZELANDA
11 ore
White Island, le vittime del vulcano salgono a 16
Le ricerche degli ultimi due dispersi proseguono. Oltre 20 persone si trovano ancora in cura intensiva all'ospedale
SPAGNA
11 ore
Cop25: si tratta a oltranza. Gli ambientalisti: «È un fallimento»
La delegazione svizzera: «Meglio nulla che un pessimo accordo»
STATI UNITI
23 ore
Studentessa uccisa a New York, arrestato un tredicenne
La ragazza è stata aggredita nel Morningside Park, a pochi passi dall'università Columbia
REGNO UNITO
1 gior
Brexit: tempi duri per turisti e studenti europei
Il premier britannico Boris Johnson è già al lavoro per portare il Regno fuori dall'Ue alla scadenza del 31 gennaio 2020
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile