Immobili
Veicoli
Keystone
Gli yemeniti guardano il portavoce militare Huthi Yahya Sarea su uno schermo televisivo.
MEDIO ORIENTE
24.01.22 - 18:360

Gli Emirati Arabi Uniti intercettano dei missili diretti ad Abu Dhabi

I ribelli dicono di aver colpito anche la zona di Dubai, dagli Emirati non giunge però nessuna conferma

Si è riunita intanto per una sessione straordinaria la Lega Araba, allarmata per l'escalation

ABU DHABI - Gli Emirati Arabi Uniti hanno intercettato e distrutto due missili balistici in rotta verso Abu Dhabi, lanciati dai ribelli Huthi dello Yemen.

«I detriti e resti dei missili intercettati sono caduti in diverse aree intorno ad Abu Dhabi» ha detto il Ministero della difesa degli Emirati Arabi Uniti in una dichiarazione all'agenzia di stampa statale WAM, aggiungendo che lo Stato «è pronto ad affrontare qualsiasi minaccia» e che «verranno prese tutte le misure necessarie per proteggere il territorio».

Il conflitto nella penisola araba tra l'Arabia Saudita, gli Emirati Arabi Uniti ed i ribelli Huthi alleati con l'Iran (che lo scorso lunedì hanno colpito la città emiratina con dei droni esplosivi provocando tre vittime) si è intensificato con forza negli ultimi giorni tanto da spingere la Lega Araba a organizzare una sessione straordinaria.

Il segretario generale della Lega Araba, l'egiziano Ahmed Aboul Gheit, ha condannato con forza gli attacchi degli Huthi contro aree e strutture civili ad Abu Dhabi, sottolineando la «necessità» per la comunità internazionale di rimanere unita «di fronte a questi atti terroristici che minacciano la pace e la stabilità regionale».

Anche Dubai presa di mira?
Gli Huthi hanno oggi detto di aver preso di mira la base aerea Dhafra di Abu Dhabi, nonché luoghi «vitali e importanti» nella zona di Dubai, con il portavoce militare Yahya Saree che ha spiegato che l'attacco ha «raggiunto i suoi obiettivi con grande precisione». Come confermato all'emittente Al Jazeera, però, le autorità degli Emirati Arabi Uniti non hanno riferito di alcun attacco a Dubai.

La coalizione saudita-emiratina ha intanto messo in atto diversi raid contro gli Huthi, bombardando ad esempio un centro di detenzione temporanea della provincia di Saada (che ha provocato almeno 60 decessi), ma anche la capitale del Yemen Sana'a (20 vittime).

Attacchi che hanno provocato l'ira dei ribelli, che hanno invitato le aziende estere a lasciare gli Emirati: «Dopo i crimini commessi dall'aggressione USA-Arabia Saudita-Emirati contro il popolo yemenita, consigliamo alle aziende straniere negli Emirati di andarsene perché investono in un paese insicuro, i cui governanti continuano nella loro aggressione contro lo Yemen».

Oltre all'instabilità, la recente escalation ha sollevato le preoccupazioni di un peggioramento della crisi umanitaria nello Yemen, dove cinque milioni di persone sono «pericolosamente vicine alla carestia», secondo il Programma alimentare mondiale (Wfp). 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
21 min
Per questa festa Johnson non è stato multato
Emergono nuove foto da Downing Street: l'opinione pubblica mette in dubbio il processo decisionale della polizia
LIVE
MONDO
LIVE
«Non mi sono mai vergognato tanto del mio Paese», e si dimette
Boris Bondarev, diplomatico all'ONU, non ce l'ha più fatta: «La guerra è anche un crimine contro il popolo russo»
UCRAINA
4 ore
Quei bombaroli siriani che Putin è pronto a schierare in Ucraina
Si tratta del corpo di artificieri che ha inventato le strazianti “barrel bombs” usate da Assad per far strage di civili
TONGA
11 ore
Tonga distrugge, ma resta intatto
Le pareti del vulcano non sono andate distrutte, pur trattandosi della più forte eruzione negli ultimi 30 anni
MONDO
14 ore
Vaiolo delle scimmie: «Contenerlo è possibile»
L'Oms vuole bloccare la trasmissione da uomo a uomo. E capire se il virus abbia subito una mutazione
SLOVACCHIA
15 ore
Il fiume s'è fatto arancione: «I pesci stanno morendo»
Il chirurgo locale Tibor Varga: «Ho assistito alla lenta morte della fauna selvatica» a causa di ferro e zinco
MONDO
18 ore
Turkmenistan, l'ultimo "zero" della pandemia
Incredibile ma soprattutto improbabile. Il Paese asiatico è l'unico a non aver mai confermato un solo caso di Covid-19
ITALIA
20 ore
Tragedia del Mottarone, «ci hanno abbandonati»
A un anno dallo schianto di una cabina della funivia con 15 persone a bordo, la commemorazione e la prima udienza
TAIWAN
23 ore
«Difenderemo Taiwan, in caso di invasione cinese»
Lo ha dichiarato il Presidente statunitense Joe Biden durante la sua visita in Giappone
MONDO
1 gior
Siamo «a un singolo incidente dalla apocalisse»
L'Ucraina è il terreno sul quale si sta consumando la «sfida finale» tra Mosca e Washington
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile