Immobili
Veicoli
Deposit
MONDO
20.01.22 - 01:000

La resistenza agli antibiotici uccide più di 1,2 milioni di persone ogni anno

È quanto emerso dal primo studio che ha valutato a livello globale il fenomeno

SEATTLE - Sono oltre 1,2 milioni le persone morte in un solo anno nel mondo, nel 2019, a causa di infezioni antibiotico-resistenti; quasi 5 milioni quelle morte sempre a seguito di questi germi resistenti, ma non direttamente a causa di essi. Si tratta di un numero di vittime maggiori di quelle uccise nello stesso anno da HIV/AIDS (860'000) o malaria (640'000).

È quanto emerso in un lavoro pubblicato sulla rivista The Lancet, il primo a valutare a livello globale l'impatto in vite umane della resistenza agli antibiotici.

Condotto da Chris Murray dell'università di Washington (a Seattle, Washington, Usa), il rapporto stima i decessi legati a 23 patogeni e 88 combinazioni di patogeni-farmaci in 204 paesi nel 2019.

Le infezioni delle basse vie respiratorie, come la polmonite, sono quelle che fanno più vittime: 400'000 direttamente legate a patogeni resistenti, oltre 1,5 milioni quelle indirettamente legate all'infezione. Seguono i decessi per infezioni del sangue, 370'000 direttamente legati al germe resistente e quasi 1,5 milioni quelle associate all'infezione in modo indiretto. Poi ci sono le infezioni addominali, tipicamente l'appendicite: 210'000 i decessi direttamente causati dall'infezione, 800'000 quelli associati a essa.

Dei 23 patogeni studiati, sei (Escherichia coli, Staphylococcus aureus, Klebsiella pneumoniae, Streptococcus pneumoniae, Acinetobacter baumannii e Pseudomonas aeruginosa) hanno causato in maniera diretta 929'000 decessi, mentre altri 3,57 milioni di morti sono indirettamente imputabili ad essi. Una combinazione patogeno-antibiotico - lo S. aureus resistente alla meticillina, o MRSA - è direttamente responsabile di oltre 100'000 decessi.

Precedenti stime parlavano di 10 milioni di vittime di antibiotico-resistenza previste per il 2050, ma con i numeri emersi in questo studio il rischio è che si arrivi molto prima a questo triste traguardo, ha sottolineato Murray.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
RUSSIA
35 sec
Peresvet e Zadira, cosa sappiamo delle armi laser di Mosca
Che funzione hanno? Come vengono impiegate? Sono state schierate nella guerra in corso in Ucraina? Facciamo il punto
GERMANIA
50 min
Spari in una scuola tedesca, un ferito grave
L'autore del gesto sarebbe già stato fermato dalla polizia
MONDO
2 ore
Nel mondo ci sono 38 milioni di sfollati interni
Fuggono da guerre, violenze e dai cataclismi naturali, compresi quelli provocati dai cambiamenti climatici
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
LIVE
Due comandanti russi «licenziati per i loro fallimenti»
L'intelligence britannica: «Pesano le disfatte russe a Kharkiv e nel Mar Nero»
QATAR
6 ore
«La FIFA risarcisca i lavoratori per almeno 440 milioni»
Amnesty International chiede alla FIFA di risarcire chi ha subito violazioni dei diritti umani, e anche garanzie future
REGNO UNITO
11 ore
Il vaccino dopo il virus, per scongiurare il Long Covid
Secondo un ampio studio una dose in seguito all'infezione riduce del 13% il rischio di sintomi di lunga durata
ITALIA
13 ore
L'auto piomba nel cortile dell'asilo, morto un bimbo
Altri sei piccoli sono rimasti feriti nell'incidente e sono ricoverati in ospedale, di cui uno in prognosi riservata
SPAGNA
15 ore
Rilevati 20 casi di vaiolo delle scimmie, «basse probabilità di diffusione»
I tre focolai riguardano soprattutto uomini che si identificano come gay, bisessuali o uomini hanno rapporti con uomini
REGNO UNITO
18 ore
Inflazione alle stelle in Regno Unito, un inglese su quattro salta i pasti
Con un'inflazione superiore al 9% molte le famiglie, e le aziende, alla canna del gas. Londra però indugia
MOLDAVIA
21 ore
«Qualcuno vuole trascinarci in una guerra indesiderata»
La premier moldava Natalia Gavrilita su neutralità, le bombe in Transnistria e le tensioni nel Paese
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile