Immobili
Veicoli
Quest'anno sarà più difficile fare e ricevere regali
Reuters
STATI UNITI
01.12.21 - 06:300

Quest'anno sarà più difficile fare e ricevere regali

La maggior parte dei problemi sono legati alla pandemia, e toccano principalmente i settori della produzione e trasporti

WASHINGTON - Gli americani l’hanno ribattezzata la “corsa per salvare il Natale”. Mentre si avvicina il picco della stagione dello shopping festivo, commercianti, rivenditori e distributori cercano di affrontare a denti stretti la crisi della catena di approvvigionamento, ovvero lo stallo senza precedenti che ha messo in ginocchio l’intero sistema statunitense. Quest’anno, insomma, sarà più difficile fare e ricevere regali, ma anche trovare un albero sotto cui sistemarli. I ritardi delle spedizioni di merci provenienti dall’Asia, la paralisi dei porti, l’aumento alle stelle del prezzo del carburante stanno distruggendo il ciclo degli acquisti natalizi. I porti americani sono al collasso e l’ingorgo di merci non accenna a migliorare. L'ingolfo non si è attenuato nelle ultime settimane, nonostante gli sforzi del presidente Joe Biden che ha chiesto uno sforzo straordinario agli operatori portuali, con l’estensione degli orari di lavoro 24 ore su 24.

Una tempesta perfetta, dicono gli economisti, determinata dalle problematiche maturate nei settori della produzione, dei trasporti, delle materie prime, della manodopera, ma anche dalle politiche commerciali dei vari governi nazionali. Il risultato è l’aumento selvaggio del prezzo di alcuni articoli oppure l’impossibilità di trovarne.

I problemi si sono accumulati dall’inizio dell’emergenza sanitaria e per oltre un anno e mezzo e si sono aggravati fino alla situazione odierna. Durante il lockdown la gente ha acquistato sempre più merci online, determinando uno straordinario aumento della domanda, soprattutto di prodotti provenienti dalla Cina. A ciò si aggiunge quanto accaduto sul fronte asiatico in pandemia, con la chiusura di numerose fabbriche in paesi essenziali come Vietnam, Malesia e Thailandia.

Negli Stati Uniti, al momento si registra anche una carenza di camionisti impiegati nelle aziende di trasporti che raccolgono le merci una volta scaricate nei porti americani. I magazzini hanno gravissime carenze di personale. Come se non bastasse, la stagione appena passata degli uragani e le conseguenti interruzioni di corrente elettrica, hanno dato il loro contributo al disastro. Infine, a mancare è anche il cartone per l’imballaggio delle merci. Intanto, secondo gli esperti dovranno passare mesi prima che la situazione ritorni sotto controllo. I più ottimisti indicano la metà del prossimo anno, ma sono in tanti a ritenere che occorrerà invece aspettare al 2023.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
PORTOGALLO
46 min
L'ultimo viaggio di Jean-Jacques Savin, trovato morto sulla sua barca
Salpato il primo gennaio, a 75 anni voleva attraversare l'Atlantico con la forza delle sue braccia e del vento
ITALIA
3 ore
Berlusconi e il Quirinale: «Per me questo è il senso di una vita»
Si trattava del coronamento di un sogno di bambino, avrebbe confessato lui stesso
ITALIA
4 ore
Scontro tra auto e bus, morti cinque giovani
Tremendo impatto frontale, sono tutti deceduti sul colpo
GERMANIA
4 ore
«Omicron e Delta potrebbero combinarsi»
Secondo il virologo Christian Drosten da Omicron e Delta potrebbe nascere una nuova, più pericolosa, variante.
STATI UNITI
15 ore
Un enorme rogo minaccia l'iconica Highway 1
L'incendio ha già mandato in fumo 600 ettari di vegetazione e costretto le autorità a evacuare una vasta area.
ITALIA
17 ore
Berlusconi fa un passo indietro e rinuncia alla candidatura
Il leader di Forza Italia non sarà il nuovo presidente della Repubblica.
TONGA
17 ore
La priorità immediata a Tonga? L'acqua potabile
Ripristinato oggi, anche se in modo limitato, l'accesso al contante per acquistare i generi di prima necessità
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
Jacinda Ardern ha rimandato il matrimonio a causa di Omicron
Il personale sanitario ha il dovere di proteggersi, secondo il vice capo del programma di vaccinazione britannico.
STATI UNITI
1 gior
Brian Laundrie ha ammesso di aver ucciso Gabby Petito
È scritto nell'agedina trovata nei pressi del cadavere del giovane
UNIONE EUROPEA
1 gior
Omicron si è presa l'Europa
La variante, secondo l'ultimo rapporto dell'Ecdc, ha una prevalenza aggregata del 78% nel continente.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile