Immobili
Veicoli
Reuters
MONDO
23.11.21 - 06:300
Aggiornamento : 07:18

«Con la pandemia le persone già vulnerabili si sono trovate ancora più ai margini»

Uno studio della Croce Rossa ha evidenziato le categorie più colpite: donne, abitanti delle aree urbane e migranti

GINEVRA - La pandemia ha avuto gravi ripercussioni economiche in tutti i paesi del mondo. Sono principalmente tre le categorie maggiormente colpite dalle conseguenze socio-economiche: le donne, gli abitanti delle città e le persone in movimento (migranti e rifugiati), stando ad uno studio pubblicato oggi dalla Federazione Internazionale delle società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa. 

In particolare la crisi ha provocato un aumento della disoccupazione e della povertà, una maggiore insicurezza alimentare, un aumento della vulnerabilità alla violenza, nonché una mancanza di istruzione e minori prospettive per i bambini, senza dimenticare il peggioramento dei problemi di salute mentale.

«Il nostro studio conferma ciò che da tempo sospettavamo e temevamo, ovvero che le conseguenze indirette distruttive di questa pandemia hanno danneggiato il tessuto sociale e si faranno sentire per anni, addirittura per decenni. Le persone che erano già vulnerabili, a causa di conflitti, cambiamenti climatici e povertà, si sono trovate ancora più ai margini. E molte persone che in precedenza erano in grado di farcela da sole sono diventate vulnerabili, richiedendo supporto umanitario per la prima volta nella loro vita» ha dichiarato Francesco Rocca, presidente della Federazione internazionale. 

Lo studio fornisce una panoramica globale, ma ha prestato particolare attenzione a dieci paesi: Afghanistan, Sud Africa, Colombia, El Salvador, Spagna, Iraq, Kenya, Libano, Filippine e Turchia. 

Per quanto concerne le donne, sono state maggiormente colpite dalle conseguenze della pandemia soprattutto per quanto riguarda il reddito. Inoltre, stando allo studio, hanno rischiato (e rischiano tuttora) maggiormente si infettarsi a causa del loro ruolo di caregiver, sono più esposte alla violenza sessuale e di genere, e l'impatto sulla loro salute mentale è stato maggiore rispetto agli uomini. 

Lo studio ha messo anche in evidenza l'aumento del tasso di povertà nelle aree urbane rispetto alle aree rurali. E anche per quanto riguarda le persone in movimento, si è registrato un aumento delle probabilità di perdere il lavoro, o di subire una riduzione dell'orario di lavoro.   

«Dobbiamo aprire gli occhi, essere consapevoli di ciò che sta accadendo intorno a noi e parlare con loro. In caso contrario, c'è da temere che la ripresa post Covid-19 sarà tanto diseguale e iniqua quanto le ripercussioni della pandemia stessa», ha concluso Rocca.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
5 min
Inflazione alle stelle in Regno Unito, un inglese su quattro salta i pasti
Con un'inflazione superiore al 9% molte le famiglie, e le aziende, alla canna del gas. Londra però indugia
MOLDAVIA
3 ore
«Qualcuno vuole trascinarci in una guerra indesiderata»
La premier moldava Natalia Gavrilita su neutralità, le bombe in Transnistria e le tensioni nel Paese
INDIA
6 ore
«Sorvegliati a ogni passo, anche a far la spesa»
Kashmir: gli occhi del Governo hanno raggiunto tutte le attività commerciali, a spese dei negozianti
REGNO UNITO
11 ore
Sui pescherecci britannici che diventano prigioni
L'industria del pesce si avvale di un visto che non permette ai lavoratori migranti di licenziarsi o di scendere a terra
REGNO UNITO
18 ore
Una morte su sei è causata dall'inquinamento
Nel 2019 nove milioni di persone sono morte a causa dell'aria tossica. «Chiediamo una transizione rapida e massiccia»
MONDO
19 ore
2020-21: l'Oms non ha lottato solo contro il Covid-19
L'impegno gigantesco per fronteggiare il coronavirus non ha impedito i successi in altri ambiti
AFGHANISTAN
22 ore
I Talebani e quei passi indietro sempre più grandi
Alcuni dipartimenti governativi sono stati eliminati, a causa della difficile situazione economica
VIDEO
CITTÀ DEL VATICANO
1 gior
«Fine regno» e pre conclave. Perché si parla del "dopo Bergoglio"?
Il ginocchio del Papa. Il toto-nomi dei papabili. La paura di arrivare impreparati alla Sede Vacante. Facciamo il punto
COREA DEL NORD
1 gior
Il coronavirus che dilaga e la (troppa) fame dei nordcoreani
I medici militari sono stati incaricati di portare con urgenza i farmaci di cui Pyongyang ha estremo bisogno
AFRICA
1 gior
«Le stuprano per curarle dall'omosessualità»
Cosa vuol dire essere gay in alcuni paesi africani? Lo spiega Sabrina Avakian, criminologa ed esperta in Diritti Umani
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile