Immobili
Veicoli
Reuters / AFP
+8
CANADA
21.11.21 - 15:450

Caldo, incendi, allagamenti: il Canada sul "ring" del clima

La Columbia Britannica sta vivendo un anno di estremi meteorologici, dall'estate record alle ultime piogge torrenziali

VICTORIA - La Columbia Britannica ha vissuto, in questi ultimi mesi, tutto e il suo contrario. Si parla, ovviamente, del clima e delle sue declinazioni più estreme, con le quali tutta la popolazione della provincia canadese ha dovuto fare i conti. Il soffio infernale del caldo, all'alba dell'estate, e ora le piogge torrenziale in questi giorni di centralissimo autunno.

I momenti che sono stati immortalati in altrettante fotografie nell'ultima settimana parlano con le proprie corde vocali. La casa monofamiliare di Chilliwack che sembra sorgere al centro di un lago, con il livello dell'acqua che le arriva letteralmente "alle ginocchia". L'allevatore che, in sella a una moto d'acqua, porta al sicuro una mucca immersa nell'acqua fino al collo (con l'aiuto di un grosso guinzaglio) nella sommersa Abbotsford. E poi ci sono le strade, dilaniate e ridotte a brandelli dall'impeto delle frane e dal passaggio delle colate di fango, che han trascinato con loro alberi, auto e detriti, lasciandosi almeno quattro vittime alle spalle. Un bilancio che, con i team di soccorsi ancora impegnati, è (purtroppo) tutt'altro che definitivo.

Facciamo ora scorrere all'indietro le pagine del calendario. Non di molto. Si torna al mese di giugno scorso; in particolare ai suoi ultimi giorni, in cui - sempre restando nella provincia canadese - il caldo ha bruciato in rapidissima sequenza una serie di primati. Il primo ad andare in fiamme durava da quasi 84 anni, ovvero da quel 5 luglio del 1937 in cui i termometri si fermarono a quota 45 gradi. I due record che lo hanno seguito hanno invece avuto vita più breve. L'ondata rovente che ha travolto il Canada occidentale ha alzato l'asticella per tre giorni consecutivi, culminando con quei 49.6 gradi messi a referto nella cittadina di Lytton, il piccolo epicentro di quella spirale bollente. La quiete fu molto breve. Dopo il caldo arrivò il turno dei temporali estivi e dei numerosi incendi che, innescati dai cieli, trovarono a terra le "condizioni ideali" per guadagnare rapidamente campo.

Decine di migliaia di ettari di vegetazione sono andati in fumo. La violenza dei roghi ha lasciato sul suo percorso una scia di terreni aridi e secchi; quindi orfani di quelle proprietà che la natura equipaggia di default per garantire una prima linea di difesa a contrasto dei fenomeni meteorologici più intensi. Segnata da queste gravi cicatrici estive, la Columbia Britannica si è ritrovata completamente alla mercé delle ultime piogge torrenziali. All'angolo, sul "ring" del cambiamento climatico.

Reuters
Guarda tutte le 12 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
LIVE
Kiev esclude un accordo di cessate il fuoco con Mosca
Mosca afferma di essere pronta a riprendere i negoziati con Kiev.
CINA
1 ora
Ripartono i trasporti pubblici a Shanghai
Molti viaggiatori si sono equipaggiati con mascherine, camici e guanti
MONDO
10 ore
Vaiolo delle scimmie: i casi sono una novantina in 14 nazioni
L'insolita diffusione del virus, noto da tempo, ha allertato le autorità e l'Oms che monitora la situazione
BELGIO / SPAGNA
12 ore
Il festival fetish, la sauna e il Pride: alla ricerca delle origini del vaiolo delle scimmie
Autorità sanitarie al lavoro per ricostruire la catena dei contagi
STATI UNITI
14 ore
Dopo Buffalo, c'è paura tra la popolazione afroamericana
Secondo un sondaggio, 3 persone su 4 temono di essere attaccati. O che possa esserlo qualcuno a loro vicino
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
23 ore
«La guerra finirà definitivamente solo attraverso la diplomazia»
Mosca valuta di scambiare i combattenti del battaglione Azov con l'oligarca filorusso Viktor Medvedchuk.
TURCHIA / FINLANDIA / SVEZIA
1 gior
Telefoni bollenti tra Ankara, Helsinki e Stoccolma
Erdogan chiede alla Svezia di non sostenere organizzazioni terroristiche, Niinisto ribadisce la sua condanna
FOTO
MONDO
1 gior
Facciamo il punto sul vaiolo delle scimmie
Il virus di cui si sta parlando tantissimo sotto la lente per capire che no, non è il nuovo Covid
COREE / STATI UNITI
1 gior
«Abbiamo offerto vaccini a Pyongyang. Non ci hanno risposto»
Il presidente statunitense ne ha parlato durante il suo viaggio a Seul, in Corea del Sud
LE FOTO
UCRAINA
1 gior
«C'erano lampi ovunque, fumo, le finestre sono andate distrutte»
Una madre ucraina con tre figli ha raccontato il momento in cui la loro casa è stata raggiunta dai missili
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile