Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch / STF (Andy Wong)
CINA
17.11.21 - 09:520

Pechino stringe la vite in vista dei Giochi invernali

Il numero di casi nella capitale cinese è basso. Le autorità però non abbassano la guardia e implementano nuove misure

PECHINO - Pechino ha da oggi restrizioni più rigide contro il Covid-19 tra richieste di test negativi e tagli drastici ai voli interni a 80 giorni circa dall'inizio delle Olimpiadi invernali che si terranno dal 4 al 20 febbraio prossimi.

Con la Cina sempre alle prese con la politica della "tolleranza zero" contro il coronavirus, migliaia di atleti internazionali sono attesi nella capitale dopo mesi di severi controlli alle frontiere. Tutti i visitatori sono tenuti ora a mostrare il risultato negativo del test sul Covid fatte nelle ultime 48 ore, mentre i voli dalle aree del paese classificate ad alto rischio saranno cancellati o limitati a non più di uno quotidiano e a capacità ridotta.

«Pechino è la capitale e ha forti connessioni regionali e internazionale. Il virus non deve essere introdotto e non deve diffondersi», ha spiegato il portavoce della municipalità Xu Hejian, motivando le ultime misure sanitarie.

Le nuove regole includono anche test ogni tre giorni alle oltre 30'000 persone che lavorano nella città con le importazioni della catena del freddo che, secondo le autorità sanitarie cinesi, sono un veicolo di trasmissione del virus.

Nei mesi scorsi, infatti, i precedenti focolai tra i lavoratori del mercato di Pechino e di quelli portuali di Qingdao, sulla costa orientale, furono collegati ai prodotti della catena del freddo.

Malgrado i contagi sia fermi intorno alle poche decine quotidiane, molto meno che in tanti altri paesi nel mondo, le autorità continuano a mantenere protocolli molto rigidi in vista dei giochi invernali.

Ad esempio, come concordato con il Comitato olimpico internazionale, nessun spettatore sarà accettato al di fuori della Cina ai Giochi invernali che si terranno in tre bolle "a circuito chiuso": sono attesi circa 2'900 atleti che dovranno essere completamente vaccinati o affrontare 21 giorni di quarantena all'arrivo e saranno anche testati quotidianamente.

La Cina ha imposto controlli alle frontiere da marzo 2020, lasciando famiglie separate o impossibilitate a rientrare dall'estero anche per motivi di lavoro. Nel 2021 le regole si sono allentate, ma chi entra nel paese deve sottoporsi a diverse settimane di quarantena con monitoraggio e test ripetuti negli hotel.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
LIVE
La Svezia nella Nato, Putin gela: «Se espansione armata, reagiremo»
La decisione oggi è stata vidimata dal Parlamento di Stoccolma. Intanto McDonald's abbandona la Russia.
STATI UNITI
6 ore
«Ha fatto 320km per uccidere più neri possibile»
L'autore della strage al supermercato ha guidato per ore per raggiungere il posto dove voleva colpire
RUSSIA
10 ore
Putin è stato operato per un cancro?
Nuove voci sullo stato di salute dello "zar": il ricovero; i filmati già pronti e i sosia per sostituirlo in pubblico.
COREA DEL NORD
1 gior
Covid, per la Corea del Nord è come essere ancora nel 2020
Nel Paese sono stati rilevati oltre 820mila casi. Dopo aver rifiutato i vaccini, Pyongyang chiederà ora aiuto alla Cina?
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
1 gior
«L'esercito russo è in un vicolo cieco»
Il presidente ucraino Zelensky prevede una nuova offensiva delle truppe di Mosca nel Donbass. Ma non abbassa la testa
FINLANDIA
1 gior
Nato, la Finlandia chiederà ufficialmente l'adesione
Lo ha annunciato il presidente finlandese Sauli Niinistö in conferenza stampa
STATI UNITI
1 gior
Dopo la strage «ha riposto l'arma, si è inginocchiato e consegnato»
Nell'assalto, in un supermercato di Buffalo, sono rimaste uccise almeno 10 persone. Il 18enne si trova in custodia
STATI UNITI
1 gior
Sparatoria al supermercato: 8 morti
È successo a Buffalo nello stato di New York. L'autore sarebbe un 18enne suprematista bianco
RUSSIA
1 gior
Nuove voci su una malattia di Putin
Secondo un oligarca intercettato il presidente russo avrebbe un «tumore al sangue»
PORTOGALLO
2 gior
Abramovich non può vendere casa
Una villa da 10 milioni di euro è stata bloccata in Portogallo. Aveva già un acquirente
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile