Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch (Leonid Shcheglov)
+4
UNIONE EUROPEA
15.11.21 - 21:490

Migranti ammassati alla frontiera, nuove sanzioni a Minsk da UE e Usa

Sempre più tesa, anche dal punto di vista geopolitico, la situazione al confine fra Bielorussia e Polonia

BRUXELLES - Nel giorno in cui altri centinaia di disperati si riversano sul confine tra Bielorussia e Polonia in un'atmosfera di costante tensione, l'Ue vara nuove sanzioni contro Minsk. La seguono gli Stati Uniti, che parlano di «atti inumani».

«Siamo determinati a respingere la strumentalizzazione dei migranti per fini politici», è la condanna con cui l'Alto Rappresentante Ue Josep Borrell ha accompagnato il via libera alle misure da parte del Consiglio Affari Esteri.

Eppure, alla riunione, c'è chi ha usato toni ancora più forti, legando esplicitamente la crisi migratoria bielorussa all'aumento delle truppe russe sul confine ucraino. E puntando il dito contro Mosca. Mentre la Polonia, dopo aver a lungo ventilato l'ipotesi, in serata ha annunciato che entro dicembre verrà costruito un muro alla frontiera.

Il nuovo pacchetto di sanzioni - il quinto - era ampiamente annunciato. Al momento l'Europa non è andata oltre, allargando parallelamente la sua tela diplomatica ai Paesi d'origine per evitare alla radice la partenza dei migranti. Al momento sono oltre 150 gli individui e una quindicina le società legate al regime di Alexandr Lukashenko sotto sanzione. Il nuovo pacchetto colpirebbe innanzitutto le compagnie aeree, come la Belavia, che rischia di perdere 17 aerei su 30 concessi in leasing dall'Irlanda.

La reazione di Minsk non si è fatta attendere: «Risponderemo alle sanzioni. Combatteremo. Abbiamo raggiunto il limite. Io non scherzo», sono state le parole del dittatore bielorusso. Eppure, in mattinata, Lukashenko sembrava voler abbassare la tensione, annunciando di essere pronto a rispedire i migranti in patria e assicurando di non volere un conflitto al confine.

Mentre, parlando con Borrell, il ministro degli Esteri bielorusso Vladimir Makel aveva garantito l'accesso alle agenzie Onu per l'assistenza ai richiedenti asilo assiepati al gelo al confine. Ma una concreta de-escalation appare lontana. E decisivo sarà il ruolo del convitato di pietra al tavolo della crisi: il presidente russo Vladimir Putin.

Oggi Borrell per la prima volta ha puntato il dito in maniera diretta nei confronti del Cremlino. «È evidente che Lukashenko agisce con il forte sostegno di Mosca», ha sottolineato l'Alto Rappresentante, interpretando il pensiero prevalente al summit dei ministri degli Esteri. Il Cremlino, dal canto suo, continua a dare sponde fumose all'Ue. «Sulla crisi possiamo essere solo mediatori», è la tesi sostenuta oggi da Mosca, che tuttavia continua a difendere Lukashenko ribadendo che «non ha colpe della crisi».

keystone-sda.ch (OKSANA MANCHUK / BELTA / HANDOUT)
Guarda tutte le 8 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
La vaccinazione in Austria diventa obbligatoria
La misura entrerà in vigore dal prossimo 4 febbraio. È il primo Paese europeo a introdurla
BRASILE
4 ore
Sono tanti, sono armati e hanno preso il controllo delle favelas
Le autorità hanno lanciato un programma per «cambiare la vita della popolazione» delle favelas di Rio
GERMANIA
8 ore
Abusi nella Chiesa tedesca, «Ratzinger non agì in 4 casi»
Un rapporto stilato da uno studio legale fa luce sia su chi avrebbe perpetrato gli atti, sia su chi li avrebbe occultati
ITALIA
9 ore
Italia: da oggi serve il Green pass per entrare da parrucchieri ed estetisti
Da febbraio sarà presumibilmente necessario il certificato per accedere ad uffici, servizi e negozi non essenziali
MONDO
10 ore
I morti per Covid-19 potrebbero essere molti di più di quello che pensiamo
Le vittime della pandemia, secondo un confronto pubblicato su Nature, potrebbero essere arrivate a quota 20 milioni
TONGA
12 ore
Travolto dallo tsunami, racconta un'odissea di 24 ore
L'incredibile storia narrata da un 57enne tongano ad un'emittente radio locale
STATI UNITI
13 ore
«Un'invasione dell'Ucraina? Putin la pagherà a caro prezzo»
L'ipotesi di Joe Biden è che la Russia stia per entrare in Ucraina, ma «sarà una decisione che pagherà a caro prezzo»
FOTO
NUOVA ZELANDA
14 ore
Quel che resta di Tonga, nelle prime foto da terra
I soccorsi sono infine riusciti ad arrivare, altri arriveranno presto, mentre sull'isola l'acqua inizia a scarseggiare
SRI LANKA
16 ore
Il dilemma dello Sri Lanka: ripagare il debito o comprare i beni essenziali?
La mancanza dei turisti stranieri causa Covid (e dei dollari) ha causato una reazione a catena, con effetti devastanti
MONDO
21 ore
La resistenza agli antibiotici uccide più di 1,2 milioni di persone ogni anno
È quanto emerso dal primo studio che ha valutato a livello globale il fenomeno
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile