Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch (Bernd von Jutrczenka)
Linfociti T capaci di riconoscere e debellare il Sars-CoV-2: potrebbe essere la chiave per nuovi vaccini contro il Covid-19.
MONDO
10.11.21 - 17:010

Le armi per nuovi vaccini contro il Sars-CoV-2 nelle cellule di coloro che non si ammalano

Un nuovo tassello alla comprensione del virus: lo indica uno studio internazionale

LONDRA - Esiste una fetta della popolazione che non si ammala di Covid-19 perché possiede linfociti T capaci di riconoscere e debellare il virus. Queste capacità derivano da precedenti incontri, nel corso della vita, con altri coronavirus che condividono con SARS-CoV-2 una particella essenziale per la replicazione e che potrebbe diventare in futuro la componente chiave di nuovi vaccini.

Uno studio internazionale coordinato dall'University College di Londra e pubblicato su Nature aggiunge un nuovo tassello alla comprensione del rapporto tra sistema immunitario e Sars-CoV-2.

Quelli che non s'infettano - La ricerca è partita da un'osservazione che fin dall'inizio della pandemia ha incuriosito molti ricercatori, vale a dire il fatto che alcune persone, anche se esposte al virus, tendono a non infettarsi. I ricercatori hanno perciò analizzato i linfociti T di un campione di 58 operatori sanitari degli ospedali di Londra che, durante la prima ondata, non sono mai risultati positivi al Covid nonostante l'alto rischio di esposizione al virus.

Le analisi hanno mostrato che le persone che sembravano sfuggire all'infezione avevano risposte delle cellule T più forti, e che queste erano dirette contro una parte del virus chiamata RTC (replication and transcription complex), un gruppo di proteine essenziale per la replicazione del virus e presente in molti altri coronavirus. Questi linfociti, inoltre, moltiplicati in laboratorio erano in grado di colpire sia SARS-CoV-2 sia altri coronavirus.

Il ruolo dei linfociti T - La rapidità della risposta immunitaria, capace di debellare il virus prima ancora che gli anticorpi specifici fossero rilevabili nel sangue, secondo i ricercatori è la prova del fatto che i linfociti T fossero già pronti a combattere il virus come risultato di una precedente esposizione.

Secondo il team, lo studio oltre a confermare l'importanza dell'immunità cellule-mediata nella risposta a SARS-CoV-2, mostra la presenza di linfociti T pre-esistenti capaci di colpire una regione altamente conservata di SARS-CoV-2 e altri coronavirus. Questa regione potrebbe diventare il bersaglio, in aggiunta alla proteina Spike, dei vaccini e farmaci di prossima generazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora
Un enorme rogo minaccia l'iconica Highway 1
L'incendio ha già mandato in fumo 600 ettari di vegetazione e costretto le autorità a evacuare una vasta area.
ITALIA
2 ore
Berlusconi fa un passo indietro e rinuncia alla candidatura
Il leader di Forza Italia non sarà il nuovo presidente della Repubblica.
TONGA
2 ore
La priorità immediata a Tonga? L'acqua potabile
Ripristinato oggi, anche se in modo limitato, l'accesso al contante per acquistare i generi di prima necessità
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
Mortalità tra i non vaccinati: 52,9 ogni 100mila (tra i vaccinati è di 1,6)
Il personale sanitario ha il dovere di proteggersi, secondo il vice capo del programma di vaccinazione britannico.
STATI UNITI
13 ore
Brian Laundrie ha ammesso di aver ucciso Gabby Petito
È scritto nell'agedina trovata nei pressi del cadavere del giovane
UNIONE EUROPEA
1 gior
Omicron si è presa l'Europa
La variante, secondo l'ultimo rapporto dell'Ecdc, ha una prevalenza aggregata del 78% nel continente.
ITALIA
1 gior
In Italia sospesi quasi 2'000 medici non vaccinati
Gli inadempienti sono in totale oltre 33mila. In questa cifra sono però inclusi anche quelli che non possono vaccinarsi
SVIZZERA
1 gior
«Un dialogo ragionevole è necessario perché si calmi la tensione»
I ministri degli esteri di Usa e Russia soddisfatti dopo il meeting a Ginevra sull'Ucraina, ma l'allerta resta alta
STATI UNITI
1 gior
L'alta trasmissibilità di Omicron non è causata da una maggiore carica virale
La variante sarebbe più contagiosa perché riesce a sfuggire meglio agli anticorpi, sottolineano due studi
STATI UNITI
1 gior
Quel piano per sostituire 16 grandi elettori di Biden con altrettanti pro Trump
Una manovra disperata portata avanti dal team del presidente e da Rudi Giuliani, scrive la Cnn
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile