AFP
RUSSIA
20.10.21 - 09:180

Film nello spazio: tutto è andato secondo i piani

La troupe, di ritorno sulla Terra da qualche giorno, ha avuto difficoltà nel tornare a camminare.

Yulia Peresild ha raccontato come tutti gli oggetti di scena, comprese le medicine, ma anche i suoi oggetti personali come mascara e rossetto, fluttuassero in continuazione.

MOSCA - Trenta ore di riprese, che si ridurranno a circa 30 minuti del film. È questa l'impresa portata a termine dalla troupe russa composta dall'attrice Yulia Peresild, dal regista Klim Shipenko e dal cosmonauta Oleg Novitski per girare "Challenge", il primo film nello spazio. 

Dopo ben dodici giorni in orbita, il cast è tornato sulla terra domenica. Ma riabituarsi al nostro pianeta non è stato semplice: «Dobbiamo imparare di nuovo a camminare» ha raccontato la troupe. 

E le condizioni per girare le scene erano tutt'altro che semplici. Il regista si è anche dovuto improvvisare tecnico del suono, operatore e truccatore. E anche gli astronauti già presenti sulla ISS hanno dato il loro contributo al film, dall'adattamento della scenografia ai dialoghi, e alcuni di loro appariranno nel film come camei. 

Poco tempo per il panorama - La troupe è riuscita a girare tutto ciò che avevano previsto, ma il fitto programma ha lasciato poco spazio per godersi il panorama: «Ci siamo resi conto solo un giorno prima della partenza che non avevamo passato abbastanza tempo a guardare fuori dalla stazione spaziale» ha dichiarato Yulia Peresild durante un incontro con la stampa, riportato da diverse agenzie. «Ho avuto una doppia sensazione: da un lato mi è sembrato di essere stata in orbita per un'eternità, mentre dall'altro credevo di essere appena arrivata». 

«Il cinema cerca nuove forme. Il cosmo è anche pronto ad accogliere vari sperimentalisti», ha affermato invece Shipenko, aggiungendo che quanto ha fatto a bordo della stazione spaziale non sarebbe mai riuscito a farlo sulla Terra. 

"Problemi" tecnici e qualche sollievo - Certo è che parte della troupe non era abituata all'assenza di gravità. L'attrice ha raccontato come tutti gli oggetti di scena, comprese le medicine, ma anche i suoi oggetti personali come mascara e rossetto, fluttuassero in continuazione. 

Il sonno tuttavia si è rivelato riposante. Peresild ha dichiarato di aver dormito molto bene, e che anche solo quattro ore di sonno erano sufficienti. L'attrice ha gradito soprattutto il risveglio: «Non si hanno i segni del cuscino, e per noi donne è una cosa fantastica!». 

AFP
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
5 ore
Feste nonostante le restrizioni: Boris Johnson segnalato alla polizia
La Metropolitan Police sta valutando le segnalazioni di due parlamentari laburisti
GERMANIA
13 ore
Trovati cinque cadaveri all'interno di un'abitazione
Il fatto è avvenuto a Königs Wusterhausen, a sud di Berlino: si tratta di due adulti e tre bambini
Stati Uniti
21 ore
Incriminati i genitori del killer di Oxford
La scuola li aveva convocati per esprimere alcune preoccupazioni. Irreperibili per alcune ore, sono stati arrestati
Italia
1 gior
Si spengono i riflettori sul piccolo Eitan. Dopo 84 giorni è tornato a casa
La famiglia: «Ora ha bisogno di serenità e tranquillità per affrontare un percorso di recupero delicato»
Regno Unito
1 gior
Avevano torturato un bimbo fino alla morte, condannati
Arthur Labinjo-Hughes aveva solo sei anni. Il padre con la fidanzata gli hanno fatto subire «crudeli abusi»
GERMANIA
1 gior
Il picco delle terapie intensive è previsto per Natale
«Non si può perdere tempo, non bisogna perdere neppure un giorno» secondo il presidente del Robert Koch Institut
SUDAFRICA
1 gior
La quarta ondata si muove più velocemente delle precedenti
L'incidenza dei ricoveri dei bambini sotto i cinque anni di età è inferiore solamente a quella degli over 60
STATI UNITI
1 gior
Nove colpi di pistola ad un disabile, licenziato un agente di polizia
Il 61enne in sedia a rotelle brandiva un coltello, e si stava recando in un centro commerciale
Francia
1 gior
Si candida come presidente: YouTube lo oscura e i media lo denunciano
Il saggista di estrema destra ha violato i diritti di autore e d'immagine. In totale potrebbe dover pagare 400'000 euro
MONDO
1 gior
«Omicron aveva già fatto il giro del mondo»
La virologa dell'università di Berna Hodcroft: «Le restrizioni servono solo a prendere tempo»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile